Pillola contraccettiva aumenta il rischio glaucoma?

da , il

    Pillola e glaucoma

    Secondo i risultati di un recente studio a stelle e strisce, condotto dagli esperti dell’Università della California di San Francisco, sembrerebbe proprio di sì. Assumere la pillola contraccettiva per un periodo prolungato di tempo, per più di tre anni, aumenterebbe il rischio di sviluppare il glaucoma. In particolare, le probabilità di contrarre la patologia oculare per le donne che hanno assunto l’anticoncezionale orale per più di tre anni sarebbero il doppio rispetto a quelle della popolazione generale.

    Se il rischio di glaucoma si attesta intorno al 2,5%, dopo l’assunzione prolungata della pillola contraccettiva lo stesso rischio potrebbe salire al 5%, almeno stando alle evidenze emerse nel corso dello studio statunitense, presentato in occasione del 117° Meeting annuale dell’American Academy of Ophthalmology tenutosi a New Orleans.

    Per stabilire questa relazione pericolosa tra la pillola e il glaucoma, una malattia oculare che può avere conseguenze serie sulla vista, i ricercatori Usa hanno esaminato i dati raccolti tra il 2005 e il 2008 in occasione del National Health and Nutrition Survey, che ha coinvolto 3406 partecipanti, donne dai 40 anni di età in su.

    SCOPRI IL FUNZIONAMENTO E I RISCHI DELLA PILLOLA

    In realtà, la relazione tra i livelli ormonali e, soprattutto, di estrogeni nell’organismo e le malattie oculari come il glaucoma era già state evidenziata nel corso di altre sperimentazioni. È la prima volta, però che i ricercatori stabiliscono una relazione tra le patologie dell’occhio e la pillola. Niente allarmismi però: gli stessi autori dello studio sottolineano che tali dati non implicano la demonizzazione del contraccettivo orale, ma invitano solo a osservare qualche cautela in più.