Piedi: problemi e dolori nelle anziane sono causati dal sovrappeso

da , il

    Piedi disturbi anziane sovrappeso

    I problemi e i dolori ai piedi sono un segno di invecchiamento. Più colpite dalle patologie podologiche sono le donne anziane, e questo non è un mistero. Che la popolazione femminile, anche in età giovanile abbia i piedi più “delicati” rispetto agli uomini, è cosa nota, e sicuramente una buona dose di colpe le hanno anche le calzature. Anni e anni di tacchi e plateau che costringono le nostre estremità a posizioni innaturali richiedono un prezzo, alla lunga. E tuttavia, non sono solo queste le cause di molti disturbi ai piedi che affliggono le donne nella terza età.

    Tra i fattori che incidono in maniera significativa, vi è anche il sovrappeso, e non è difficile intuirne il motivo. Una ricerca a lungo termine condotta dalle Università australiane del Qeensland e di Newcastle, ha dimostrato come ad un aumento ponderale corrisponda anche un aggravamento o un’insorgenza dei disturbi ai piedi nelle donne over 70.

    Lo studio, presentato alla conferenza australiana di Podiatria di Melbourne, si è protratto per sei anni, e ha coinvolto un campione di anziane tra i 70 e i 75 anni, a cui è stato chiesto di rispondere ad un questionario sulle condizioni generali di salute una prima volta nel 1999, e una seconda nel 2005. E’ emerso che nel 1999 il 26% del campione soffriva di problemi ai piedi.

    Dopo sei anni, il 36% denunciava nuovi disturbi alle estremità inferiori e il 14% la persistenza di quelli già esistenti. Nell’analizzare le cartelle cliniche delle percentuali che avevano evidenziato un peggioramento dello stato dei loro piedi, i ricercatori hanno potuto rilevare il legame con l’aumento di peso.

    “Lo studio mostra chiaramente che per le donne mantenere un sano IMC (Indice di massa corporea) è una delle migliori maniere di prevenire problemi ai piedi più avanti nella vita”, ha concluso uno degli autori dello studio, il prof. Hylton Menz. Così come anche l’uso di buoni plantari ortopedici, aggiungiamo noi.