Per prevenire le allergie il latte ipoallergenico non serve

da , il

    latte ipoallergenico allergie

    Avete presente il latte ipoallergenico? E’ una costosa formulazione che si da ai neonati onde evitare il rischio di sviluppare allergie di vario tipo in età adulta. Ovviamente le linee guida dei paesi di mezzo mondo lo propongono per i bambini ad alto rischio allergico, per familiarità, ma anche a quei piccini che già dai primi mesi di vita manifestano disturbi come l’asma, la dermatite atopica, difficoltà di accrescimento o reflusso.

    Ebbene, una ricerca realizzata presso l’Università di Melbourne in Australia e pubblicata sull’ultimo numero del Journal of Allergy and Clinical Immunology ha rivelato che tale latte ipoallergenico di fatto non previene il rischio di sviluppare allergie: reclutati 620 neonati a forte rischio, una volta finito l’allattamento al seno sono stati divisi in gruppi: quelli nutriti con normale formula di latte vaccino, altri con latte di soia ed infine altri ancora con il raccomandato latte ipoallergenico.

    Poi sono stati eseguiti i test per i principali allergeni, fino al compimento del secondo anno di età. Non sono state rilevate differenze! Ovvero, le capacità preventive di tale formula non esistono, almeno nei primi 24 mesi di vita!