Per preservare la salute degli occhi bisogna mangiare più frutta e verdura e meno carne

da , il

    Salute occhi frutta verdura

    Per mantenere i nostri occhi in salute, limpidi e ben ossigenati, e per prevenire degenerazioni e malattie come, ad esempio, la cataratta, dovremmo partire dall’alimentazione. E indovinate un po’ cosa dovremmo mangiare di più? Panacee di tutti i mali… frutta e verdura, of course! Battute a parte (perché in effetti mi rendo conto che potrebbe far sorridere leggere tutte queste news sui benefici ad amplissimo spettro degli alimenti succitati) è proprio così. Meno carne e più vegetali e frutta, con tutte le loro meravigliose sostanze nutritive, contribuiscono al mantenimento dello stato di equilibrio e benessere del nostro corpo, dalla testa ai piedi.

    A parlarne, o meglio, a valutare le conseguenze che una dieta sbilanciata ha sulla salute dell’occhio, è stata una ricerca promossa dall’Università di Oxford e pubblicata sull’American Journal of clinical Nutrition, che ha analizzato le cartelle cliniche di 27600 pazienti over 40. E’ emerso, a proposito di occhi e tendenza alla cataratta, che chi seguiva un regime alimentare “carnivoro”, aveva il 40% in più di probabilità di ammalarsene rispetto ai “vegetariani” o comunque a chi prediligeva ortaggi e frutta rispetto a bistecche&co.

    In particolare, ad essere più a rischio sarebbero gli individui che assumono più di 100 g di carne al giorno (che non è consigliabile comunque, anche per il cuore), mentre le probabilità decrescono fino al “solo” 15% in più di chi preferisce il pesce. I più protetti sarebbero, dunque, i vegani. Niente panico comunque, si tratta solo di uno studio preliminare, in cui non si parla di un legame diretto tra consumo di carne e cataratta, come specifica Naomi Allen, autrice della ricerca britannica:

    “In realtà il nostro studio si limita a mostrare solo una relazione tra un certo tipo di dieta e la cataratta, non pretende di fornire prove sulla responsabilità del consumo di carne su questo tipo di patologia”. Insomma, da tenerne conto senza ansia, anche perché, che mangiare meno carne (specie rossa) e aumentare il consumo quotidiano di frutta e verdura siano altrettante sane abitudini, lo sapevamo già, giusto?