Per le donne giovani riprendersi dopo un infarto è più difficile che per gli uomini

da , il

    Infarto donne

    Le donne giovani, tra i 20 e i 55 anni di età che subiscano un infarto, hanno mediamente più difficoltà a riprendersi rispetto ai coetanei uomini. E non solo il recupero fisico sarebbe più lento e laborioso inizialmente, ma anche in seguito la popolazione femminile colpita da attacco cardiaco lamenterebbe una qualità della vita peggiore rispetto ai maschi con analogo quadro clinico. A mettere in evidenza questa disparità è stato uno studio condotto dai ricercatori della University of British Columbia (Canada), coordinato dalla dott.ssa Karin Humpries, che ha coinvolto 286 pazienti infartuati, di cui 75 erano donne di età comprese tra i 20 e i 55 anni.

    Se, come sappiamo, questa fetta di popolazione femminile è in generale meno a rischio di subire infarti, quando questo accade sembra che il recupero post attacco sia davvero piuttosto in salita. Dolori toracici, ma anche alle spalle, al collo, al braccio, con limitazioni nei movimenti, questi i disagi lamentati dalle pazienti, con un impatto sulle qualità della vita molto più negativo rispetto a quanto rilevato per gli uomini.

    La cosa davvero interessante di questo studio, però, è che tra le cause di queste differenze ve ne sono alcune di natura prettamente sociale, come suggerisce la dott.ssa Humpries: “Queste donne probabilmente non ricevono il sostegno di cui hanno bisogno per recuperare da un attacco di cuore. Le donne hanno meno probabilità di frequentare la riabilitazione rispetto ai loro colleghi maschi quando ne hanno bisogno Dobbiamo aiutare le donne a superare queste barriere in questa parte essenziale del loro recupero”.

    Dallo studio emerge come una donna colpita da infarto venga accudita meno di un uomo, ma anche che, forse, l’attacco avrebbe potuto essere prevenuto se solo la paziente avesse dato maggior retta ai primi sintomi e si fosse recata subito in ospedale. Insomma, cuore delle donne, bello e grande quando serve per spargere affetto e premure a piene mani, ma inascoltato quando perde qualche colpo di troppo.

    Dolcetto o scherzetto?