Per combattere il mal di testa bastano pochi esercizi da fare in casa o al lavoro

da , il

    Mal di testa esercizi

    Il mal di testa è un disturbo diffusissimo, specialmente tra la popolazione femminile, che non di rado diventa talmente invasivo e permeante da compromettere le performances anche in ambito lavorativo. Un problema invalidante, spesso sottovalutato, che diventa però un vero e proprio incubo per chi ne soffre. Tuttavia, oggi vi segnalo una notizia molto interessante, che spiega come trovare sollievo da una specifica forma di mal di testa: la cefalea muscolo-tensiva, provocata da uno stato eccessivo di contrazione dei muscoli del collo e della testa.

    A quanto pare, sono sufficienti pochi, semplici esercizi da eseguire quotidianamente a casa, ma anche nel proprio ambito lavorativo (ad esempio, durante una pausa nel proprio ufficio, magari in abbinamento con quelli specifici per combattere gli effetti della sedentarietà) per stare subito meglio. Vediamo di che si tratta. A mettere a punto il semplice auto-trattamento sono stati i medici della Sezione Cefalea e Dolore Facciale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria San Giovanni Battista – Le Molinette di Torino, coordinati dal dott. Franco Mongini.

    Si tratta di esercizi da eseguire ogni due o tre ore, allo scopo di sciogliere e rilassare la muscolatura delle spalle, del collo e della testa (specie quelli della mandibola, sottoposti a grande tensione in chi tende a digrignare i denti durante la notte). Si comincia muovendo le spalle in avanti, si prosegue spostando la testa in avanti e all’indietro, e si finisce facendo letteralmente “cascare” la mandibola (nel senso di allentare improvvisamente la “presa”), il tutto per non più di qualche minuto.

    L’esercizio è stato sperimentato su un gruppo di volontari, ovvero 1000 dipendenti pubblici di Torino, per un tempo di sette mesi, e si sono poi confrontati i miglioramenti rispetto al gruppo di controllo che non aveva effettuato trattamenti. Alla fine del follow up, il gruppo che aveva effettuato giornalmente gli esercizi aveva registrato una riduzione degli attacchi di cefalea del 34% e una diminuzione dei dolori a collo e spalle del 29%.

    “Si tratta di risultati molto importanti, soprattutto se si pensa a quanto sia semplice mettere in atto questi interventi e all’impatto complessivo che ha il mal di testa sulla salute pubblica”, ha commentato il dott. Mongini. Oltretutto, la pratica costante di questi semplici esercizi, permette di evitare il ricorso ai farmaci, e quindi “risparmiare” gli inevitabili effetti collaterali al proprio fisico. Insomma, non resta che provare!