Oro, incenso e mirra: le virtù medicinali

da , il

    Oro incenso mirra

    Sono stati i primi doni di Natale: oro, incenso e mirra, quelli che i Re Magi, secondo la tradizione evangelica, portarono a Gesù Bambino per rendergli omaggio. Non fu una scelta casuale, o “strana”, come potrebbe apparirci oggi, perché al di là dell’intrinseco valore, che all’epoca sappiamo essere stato immenso, dei tre cofanetti, queste sostanze avevano allora, e potrebbero continuare ad avere anche oggi, potenti virtù medicinali, curative. Perciò facciamo insieme un viaggio indietro nel tempo, e insieme un approfondimento sulle proprietà di questi “magici” doni della natura.

    L’incenso è certamente associato alle cerimonie religiose, e il suo inconfondibile aroma, quando viene bruciato, ci accompagna fin da quando siamo piccoli. Ma questa preziosa resina, estratta dalla Boswellia, molto presente nella zona del golfo Persico, possiede molte virtù antinfiammatorie. Ad esempio, aiuta a combattere i dolori dell’artrite e dell’osteoartrite, malattie autoimmuni come la colite ulcerosa e il morbo di Chron, e anche affezioni alle vie respiratorie.

    L’oro è molto conosciuto in ambito cosmetico, per le sue proprietà anti-age sulla pelle, sia del viso che del corpo, ad esempio molti Centri Benessere propongono proprio trattamenti e massaggi a base di maschere e polveri d’oro che hanno un effetto antiossidante e levigante eccezionale. L’oro si usa anche, molto efficacemente, nei trattamenti contro l’artrite reumatoide.

    La mirra è più che altro conosciuta come essenza profumata (peraltro davvero gradevolissima), ma non è solo questa la sua peculiarità. Si tratta, innanzi tutto, di una resina che ci proviene da una pianta della penisola arabica, Medio Oriente e India, che possiede potenti virtù analgesiche e antisettiche, ma anche antinfiammatorie. Ad esempio, si è rivelata utilissima nella cura delle infezioni al cavo orale, tra cui gengiviti, afte della bocca, e anche, in generale, ulcerazioni cutanee.

    Che dire, d’ora in avanti, quando racconteremo ai bambini degli specialissimi doni che i Re Magi fecero a Gesù Bambino appena nato, ricordiamoci di aggiungere anche perché questi doni sono così preziosi… (anzi, teniamolo a mente noi adulti, prima di tutto!).