Oggi è la Giornata Mondiale della Salute

da , il

    Mille città mille vite

    Per chi non lo sapesse, oggi si celebra la sessantesima Giornata mondiale interamente dedicata alla salute. L’iniziativa è partita dall’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) e il tema centrale per l’anno corrente sarà l’urbanizzazione, con l’obiettivo di convincere mille città nel mondo a dedicare l’intera giornata alla salute. Verranno inoltre raccontate le imprese degli urbanisti che in passato hanno saputo proporre soluzioni concrete ed esemplari per l’umanità, in risposta ai problemi delle grandi aree urbane.

    “Mettiamo le nostre città in condizione di fornire sostentamento a tutti. La salute nelle aree urbane conta!” è questo il messaggio lanciato dal segretario dell’Onu Ban Ki-moon durante la presentazione della giornata mondiale della salute. Lo stesso segretario ha poi fatto notare che “Per la prima volta nella storia le città e cittadine contano più abitanti delle aree rurali” e “il fardello della povertà mondiale si sta spostando dalle aree rurali alle città densamente popolate.” Un elemento su cui dovremmo iniziare a riflettere.

    Negli ultimi 30 anni tutta la crescita della popolazione si e’ concentrata nelle città ed e’ associata a molti problemi, relativi all’acqua, all’ambiente, alle violenze, alle malattie e a stili di vita sbagliati. Migliorare le condizioni delle popolazioni urbane e’ indispensabile per risolvere questi problemi” così è scritto sul sito web internazionale dell’Oms, grazie al quale è possibile informarmarsi in qualsiasi momento su tutte le iniziative planetarie dedicate alla salute.

    In riferimento agli obiettivi prefissati, lo slogan di questa edizione del World Health Day è “1000 città, 1000 vite”. In Italia partecipano con una serie di conferenze, pedibus party e altre interessanti iniziative le città di Udine, Arezzo, Treviso, Imola e Olevano Romano.