Occhiali 3d, monouso e vietati ai minori

da , il

    Occhiali 3D sì o no? Il Ministro per la Salute Ferruccio Fazio ha già deciso da tempo di regolamentare l’uso degli occhialini per la visione tridimensionale al cinema. Lo ha fatto inviando una circolare ai Dipartimenti di prevenzione delle Asl, ai NAS, agli esercenti delle sale cinematografiche, nonché all’Iss. In questa lettera si confermano i suggerimenti del Consiglio Superiore di Sanità alla quale aveva chiesto il parere. Pur non esistendo rischi per la vista dovuti all’uso di questi occhialini, possono manifestarsi alcuni disturbi leggeri e transitori come nausea, emicrania, vertigini, in bambini molto piccoli.

    Da qui il divieto di utilizzo di questi strumenti per i minori di 6 anni. L’azione preventiva dipende dalla concezione che i piccoli non hanno ancora strutturato adeguatamente la visione bioculare. Non è della stessa opinione la Società Italiana di Oftalmologia (Sio) che anzi sottolinea come questa caratteristica si sviluppi addirittura sin dai 4 mesi di vita. I bambini di tre anni avrebbero inoltre una speciale capacità di messa a fuoco, dieci volte superiore a quella di un ventenne!

    In più nel caso ci fosse un disturbo visivo, potrebbe evidenziarsi e condurci ad una visita oculistica specifica. Per il resto anche agli adulti, nella circolare, è limitato l’uso alla pura durata dello spettacolo. I disturbi di cui sopra sono rilevabili ad ogni età in caso di abuso.

    In ultimo viene data l’indicazione obbligatoria per la distribuzione di occhiali monouso, onde evitare la diffusione di infezioni batteriche e virali derivanti dall’utilizzo di più persone. Quindi nessun timore o allarmismo, solo precauzione e prevenzione. Tutti al cinema allora ma a vedere cosa? In 3D è record di incassi a pochi giorni dalla sua uscita, il colossal Scontro tra Titani, di certo non proprio indicato per i bambini sotto i sei anni. Personalmente consiglio a tutti Happy Family, l’ultima fatica di Salvatores. Da far vedere ai più piccini, senza visione tridimensionale, ma comunque ricchi di effetti speciali e magie: Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo e Maga Martina e il Libro Magico del Draghetto.