Obesità: mangiare davanti alla tv fa ingrassare

da , il

    mangiare davanti alla televisione

    Mangiare davanti alla televisione mette a serio rischio la forma fisica e quindi la nostra salute. Questa cattiva abitudine interessa quasi il trenta per cento degli italiani e rappresenta il terzo fattore di rischio per obesità e chili di troppo (ai primi posti ci sono stile di vita sedentario e scarsa educazione alimentare). Sono i dati dell’indagine recentamente effettuata dai ricercatori dell’Osservatorio Adi-Nestlé. Ai fini dello studio, i ricercatori hanno tenuto sotto osservazione oltre 13mila concittadini, raccogliendo informazioni circa le loro abitudini alimentari.

    I risultati non lasciano spazio ai dubbi: la televisione è nemica della dieta e della forma fisica. Tra coloro che sono abituati a mangiare davanti alla tv, infatti, il 33% è obeso e il 30% è sovrappeso. I normopeso rappresentano solo il 25% del totale.

    C’è poi da tenere in considerazione anche il dato dei sottopeso: ben il 27% ha dichiarato di avere l’abitudine a consumare il pranzo e la cena davanti al televisore. Prova del fatto che il disordine alimentare scaturito da questa cattiva abitudine può manifestarsi anche per “difetto”. L’indagine – ha voluto precisare il presidente della fondazione Adi (Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica) – non è “un atto di accusa alla televisione: è forse però il caso di toglierla dal menu abituale dei nostri pranzi e delle nostre cene. L’aumento di peso è spiegabile con la scarsa considerazione prestata a quello che si mangia in relazione ad un’attività passiva che assorbe in toto l’attenzione”. In altre parole: la televisione distrae e induce a mangiare male. Forse è il caso di iniziare a guardarla solo fuori pasto…

    Dolcetto o scherzetto?