Micosi delle unghie: sintomi, rimedi naturali e prodotti [FOTO]

da , il

    I colpevoli sono i funghi, gli effetti sono visibili e fastidiosi, si tratta della micosi delle unghie, un disturbo che si manifesta con sintomi precisi, difficilmente ignorabili e che si può contrastare con alcuni rimedi naturali e non. Può interessare una o più unghie, colpire i piedi o le mani: ecco qualche informazione utile per saperne di più sull’onicomicosi, sui suoi sintomi, sui microrganismi responsabili e sui prodotti utili per combatterla.

    L’onicomicosi, cos’è, come si manifesta

    L’onicomicosi è un’infezione che ha una causa, o meglio, un colpevole ben preciso, i funghi, microrganismi patogeni che aggrediscono le unghie, delle mani o dei piedi, con una particolare preferenza per l’alluce, provocandone variazioni dello spessore, del colore e della forma.

    Non esiste una sola micosi delle unghie o, meglio, non esiste un solo fungo responsabile. L’infezione può essere il risultato dell’incursione sgradita di diversi tipi di funghi. Nella maggior parte dei casi si tratta di dermatofiti, candide, muffe o dell’attacco combinato di tutti e tre.

    Il disturbo si può manifestare in tre forme. La più comune si sviluppa a partire dal margine libero dell’unghia (o dalla parte laterale) e interessa anche il letto sottostante, nello spazio dove si insinuano i funghi, causando la comparsa di una macchia biancastra giallognola che si allarga interessando tutta l’unghia, che diventa anche rugosa e friabile. La seconda forma (leuconichia) colpisce solo lo strato più esterno e superficiale dell’unghia (cheratina), che assume una colorazione biancastra. Nel caso della terza forma, invece, comincia tutto dalla matrice, scatenando una piccola ulcerazione dell’unghia.

    I sintomi

    Quando il disturbo si chiama onicomicosi, la sintomatologia è chiara e piuttosto evidente. Le unghie assumono caratteristiche anomale: si ispessiscono, diventano fragili, friabili e frastagliate, si deformano, la loro superficie non è più lucida, bensì è sempre più opaca, la colorazione subisce strane variazioni e compaiono aree più scure del normale.

    La prevenzione e i rimedi

    Per tenere alla larga l’onicomicosi, meglio mettere in pratica qualche regola di prevenzione utile:

    - attenzione a non camminare a piedi nudi nei luoghi pubblici particolarmente umidi, come piscine, docce o bagni pubblici;

    - lavare spesso e con attenzione mani e piedi, asciugandoli bene dopo ogni lavaggio;

    - controllare che forbicine, tronchesini o altri strumenti per manicure e pedicure utilizzati dall’estetista siano sempre sterilizzati a dovere;

    - non condividere oggetti o indumenti potenzialmente a rischio, come asciugamani, calzini o scarpe.

    - cambiare spesso i calzini e preferire calze e calzature traspiranti, perché l’eccessiva sudorazione può favorire l’aggressione da parte dei miceti.

    Se la prevenzione non basta, e la micosi dei funghi è una realtà, meglio correre velocemente ai ripari, per evitare che l’infezione si diffonda. Innanzitutto, rivolgendosi al medico, che solitamente prescrive farmaci antimicotici per uso orale e prodotti per uso topico, come per esempio lo smalto antimicotico.

    Esistono, però anche terapie naturali e rimedi della nonna utili come supporto. Appartiene al primo gruppo, il tea tree oil, cioè l’olio di melaleuca, ideale per il pediluvio o per essere applicato due volte al giorno direttamente sull’unghia interessata dall’infezione. Il protagonista del rimedio della nonna più famoso, invece, è l’aceto: il consiglio è di fare un pediluvio con acqua tiepida e aceto o di fare impacchi con lo stesso “mix” sull’unghia colpita dal fungo.

    Dolcetto o scherzetto?