Menopausa: l’agopuntura per combattere le vampate

da , il

    Menopausa: l’agopuntura per combattere le vampate

    Negli ultimi tempi, l’agopuntura è diventato un possibile rimedio per combattere le vampate di calore, uno dei sintomi più conosciuti e temuti della menopausa e, spesso, vissuto dalle donne come un preoccupante segno del tempo che passa. Le vampate rappresentano il disturbo più consueto della menopausa, infatti colpiscono circa l’80% delle donne e hanno una durata media di un paio d’anni. Tuttavia, in alcuni casi possono persistere per più di 5 anni; per questo motivo è bene conoscere tutti i possibili rimedi necessari alla gestione del problema.

    Cos’è l’agopuntura?

    Di antichissima origine cinese, l’agopuntura è un trattamento terapeutico utile per ristabilire la salute e il benessere psico-fisico. La tecnica dell’agopuntura prevede l’inserimento di sottili aghi metallici in determinate parti del corpo, per stimolare le terminazioni nervose e correggere molti degli squilibri presenti nell’organismo. Secondo le conoscenze cinesi, ideatrici della tecnica dell’agopuntura, ciascuna funzione del corpo umano è regolamentata da un’energia che fluisce in maniera continua lungo tutto l’organismo. Se si presentano dei dolori, o della problematiche di qualunque genere, vuol dire che il flusso di questa energia è bloccato. Ecco allora che l’agopuntura andrà a sbloccare queste sezioni energetiche per far ritornare il benessere. Con l’agopuntura, quindi, non solo è possibile ridurre l’intensità delle vampate di calore, uno più fastidiosi sintomi della menopausa, ma può essere un utile rimedio contro altri disturbi tipici del periodo post-menopausa.

    L’agopuntura in menopausa funziona?

    A partire dalla fine del XX secolo, l’agopuntura è stata sottoposta a numerosi studi scientifici volti ad analizzarne l’efficacia in maniera scientifica. Ancora oggi, però, è una tecnica che non presenta basi legislative uguali in tutti i paesi. Tuttavia, i risultati della ricerca hanno più volte dimostrato che l’agopuntura, rispetto alla terapia farmacologica, ha un effetto più duraturo sulla riduzione delle vampate di calore e sulle sudorazioni notturne. Questo avviene grazie al fatto che, la penetrazione degli aghi in alcuni punti nevralgici del corpo, determina la produzione di estrogeni e di endorfine naturali, ovvero quegli ormoni la cui drastica riduzione causa numerosi sintomi correlati alla menopausa. Le donne, sottoposte all’agopuntura, riferiscono, inoltre, un miglioramento generale sul proprio stile di vita causato dallo sviluppo di una maggiore energia fisica ed emotiva.

    Lo studio scientifico

    Lo studio condotto dal team di ricercatori turchi, pubblicato su Acupuncture in Medicine del gruppo del British Medical Journal, ha coinvolto un campione di 53 donne, di cui 27 sono state sottoposte per 2 mesi a sedute di agopuntura per 2 volte a settimana. Le restanti 26, invece, hanno ricevuto, a loro insaputa, un finto trattamento a base di aghi smussati. I risultati del test hanno dimostrato come le donne del primo gruppo avessero ottenuto dei benefici dalle sedute di agopuntura, con una riduzione delle vampate di calore e degli sbalzi d’umore, in conseguenza al naturale aumento dei livelli di estrogeni. Lo studio, condotto su piccola scala, aspetta di essere confermato da una sperimentazione più profonda e completa.

    Dolcetto o scherzetto?