Malattie cerebrali: parte la “Settimana Mondiale del Cervello”

da , il

    E’ partita ieri e durerà fino a domenica 22 marzo la quindicesima Settimana Mondiale del Cervello (Brain Awareness Week) e per la prima volta parteciperà all’iniziativa anche la nostra SIN: la Società Italiana di Neurologia. Il progetto ha l’obiettivo di sensibilizzare e informare il grande pubblico, riguardo all’importanza per la scienza di trovare soluzioni concrete per tutte le malattie del sistema nervoso centrale, che oggi colpiscono nel mondo una persona su dieci (dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità).

    Le patologie del cervello possono insorgere in qualunque periodo della vita e spesso si sviluppano in modo apparentemente inspiegabile. Da 15 anni a questa parte, durante la Brain Awareness Week, migliaia di persone si mobilitano per collaborare al fine di informare e formare l’opinione pubblica: perchè la scienza ci aiuti, dovremo prima aiutare noi la scienza.

    In Italia la ricerca sta facendo passi fondamentali, che potrebbero tradursi a breve in terapie mirate, per contrastare diverse malattie cerebrali. Il prof. Antonio Federico, presidente della SIN, ha detto che nonostante gli investimenti economici siano scarsi, l’Italia è al “quarto posto, dopo Inghilterra, Giappone e Stati Uniti, per il numero di pubblicazioni sulle principali riviste scientifiche internazionali”. Un dato che ci dà molte soddisfazioni e che al contempo fa riflettere sull’importanza di investire nella ricerca, anche per limitare il fenomeno della fuga dei cervelli.

    Per chiunque voglia ottenere maggiori informazioni sulla Brain Awareness Week di quest’anno, è possibile visitare il sito della SIN, dove è presente anche un elenco dettagliato degli appuntamenti.

    Foto da:

    www.impactlab.com blogs.voices.com www.trauma-stress.co.uk www.headacheexpert.co.uk images.teamsugar.com