Mal di testa da cervicale: farmaci, rimedi naturali ed esercizi

Il mal di testa da cervicale è un disturbo sempre più comune che colpisce maggiormente la popolazione femminile. Purtroppo, i trattamenti realmente efficaci sono pochi, a causa della particolare eziologia difficilmente riconoscibile. Tuttavia, esistono diverse terapie in grado di intervenire ed alleviare i sintomi.

da , il

    Mal di testa da cervicale: farmaci, rimedi naturali ed esercizi

    Quali sono i farmaci, i rimedi naturali e gli esercizi per il mal di testa da cervicale? Secondo varie ricerche scientifiche, circa il 50% della popolazione mondiale sperimenta, almeno una volta nella vita, l’infiammazione della cervicale, o cervicalgia, che può provocare forti dolori che si irradiano anche alla schiena e, in particolare, alla nuca, con il classico mal di testa. Il mal di testa da cervicale colpisce maggiormente la fascia d’età compresa tra i 40 e i 60 anni, prediligendo più le donne rispetto agli uomini e coloro che vivono nelle grandi città rispetto a chi risiede in campagna.

    Sintomi più comuni

    Nonostante il mal di testa da cervicale sia già di per sé un sintomo, come si può riconoscerlo? Chi soffre di questo disturbo può lamentare tutta una serie di disturbi molto simili tra loro, ma di diversa entità e durata che variano da persona a persona. In genere, il mal di testa cervicale è un dolore costante e oppressivo, ovvero il classico “cerchio alla testa”, che parte dalla nuca e si diffonde poi verso i lati e la fronte: può inoltre durare per diversi giorni. In alcuni casi più rari, però, può colpire maggiormente il lato destro o quello sinistro della testa, partendo dalla base del collo fino ad arrivare agli occhi. È accompagnato da un senso di tensione e rigidità al collo, con difficoltà nella rotazione e nei movimenti della testa. Questo tipo di dolore può essere associato anche ad altri sintomi, come:

  • nausea
  • vomito
  • vertigini
  • labirintite
  • disturbi alla vista
  • fotofobia, o estrema sensibilità alla luce
  • fonofobia, o sensibilità ai rumori forti
  • insonnia
  • Possibili cause

    La cervicale è la parte più delicata della colonna vertebrale, una zona dove facilmente si possono accumulare delle tensioni muscolari, la causa primaria della cefalea da cervicale. Tuttavia, le cause relative al mal di testa da cervicale non sono facilmente individuabili, ma possono essere ordinate in:

  • postura scorretta, soprattutto se mantenuta troppo a lungo
  • tensione muscolare di trapezio superiore
  • tensioni temporo-mandibolari
  • strappi e contratture
  • ernia del disco cervicale
  • abuso di farmaci e di caffeina
  • eccessivo stress
  • sedentarietà
  • Un’altra causa della cervicale e del relativo mal di testa può essere dovuta alle arcate dentali che non si chiudono correttamente, oppure al bruxismo, cioè l’atto di digrignare i denti, che originano delle tensioni alla struttura della mandibola. Ciò può causare sintomi dolorosi che si irradiano fino alla testa e al collo.

    Cure farmacologiche

    Contro il mal di testa da cervicale sono efficaci vari tipi di farmaci. La prima linea di difesa è rappresentata dagli antinfiammatori non steroidei, i cosiddetti FANS: il loro meccanismo d’azione consente di ridurre l’infiammazione e di alleviare i sintomi dolorosi. Sono quasi sempre efficaci nella fase acuta del dolore, specie se gli attacchi sono sporadici. Se il dolore si protrae per troppo tempo, o non risponde adeguatamente ai FANS, il medico potrà prescrivere rimedi più mirati per combattere i sintomi, come i farmaci cortisonici e i miorilassanti, per alleviare le tensioni muscolari, i dolori cervicali e la cefalea tensiva. Per il trattamento dell’emicrania sono di solito utilizzati farmaci appartenenti alla classe dei triptani o, più di rado, degli ergotaminici.

    Rimedi naturali e consigli

    Com’è noto, sono numerosi i rimedi naturali per combattere emicrania e cefalea. Tuttavia, esistono anche specifici rimedi naturali per curare il mal di testa da cervicale in modo efficace. Vediamo i principali.

    Massaggi

    In caso di mal di testa da cervicale acuto sono efficaci i massaggi effettuati sulla muscolatura cervicale. La massoterapia, o terapia manuale, riesce a sciogliere le tensioni e a lavorare direttamente sul dolore attraverso l’utilizzo di tecniche specifiche come il trattamento dei trigger points, quello decontratturante o tecniche di allungamento simili allo stretching. Tuttavia, massaggi e manipolazioni sono efficaci solo se eseguiti da uno specialista e comunque sono utili solo se non c’è un’infiammazione in corso, per la quale sarebbero anzi controproducenti.

    Omeopatia

    L’omeopatia offre numerosi rimedi per il mal di testa da cervicale e l’analisi del sintomo e delle sue cause è molto importante per centrare il rimedio giusto. Tra i vari rimedi omeopatici sono efficaci l’Arnica montana, un antinfiammatorio naturale; l’Hypericum perforatum che ha un’azione elettiva in caso di traumi delle terminazioni nervose, e l’Actaea racemosa che è utile nel caso di dolori e tensioni alla nuca, derivati soprattutto da una cattiva postura.

    Agopuntura

    L’agopuntura è particolarmente utile per trattare i problemi connessi alla cervicale, come il mal di testa. L’agopuntura cervicale, infatti, agisce selettivamente: l’agopuntore individua i punti in cui l’energia vitale (il Qi) ristagna e grazie alluso di aghi sottilissimi, e monouso, ne ripristina il flusso corretto così da favorire il benessere del paziente. Gli aghi devono essere posizionati in punti precisi che variano da paziente a paziente soprattutto in seguito alla gravità del problema e ai suoi sintomi.

    Alimentazione

    Molto spesso, la terapia farmacologica o quella naturale, da sole, possono non bastare. Infatti, è anche importante ottimizzare la propria alimentazione per contrastare il mal di testa da cervicale, perchè un errato regime alimentare può avere grandi ripercussioni sullo stato di salute della muscolatura e del metabolismo in generale. Seguendo una cattiva alimentazione, i muscoli sono quindi poco idratati, poco nutriti, poco funzionanti e molto propensi ad infiammarsi. Per ovviare a questo inconveniente è indispensabile bere molta acqua durante la giornata, limitare grassi e zuccheri, e privilegiare maggiori quantità di frutta e verdura.

    Inoltre, per prevenire o alleviare il mal di testa da cervicale è opportuno seguire alcuni semplici consigli:

    • Evitare lo stress e i fattori di rischio ad esso associati
    • Prestare attenzione alla postura quando si è seduti ma anche in piedi
    • Adottare uno stile di vita sano con una dieta equilibrata, associata all’attività fisica regolare
    • Smettere di fumare

    Esercizi per il mal di testa da cervicale

    Per curare il mal di testa da cervicale esistono degli esercizi che possono essere eseguiti in casa o in ufficio, e che puntano a rinforzare la muscolatura del collo e a prevenire la comparsa della cervicalgia con la conseguente emicrania associata.

    Per contrastare l’irrigidimento della colonna cervicale dovuto a posture scorrette mantenute a lungo, è utile eseguire un lento movimento rotatorio di tutta la testa, prima, verso destra e, poi, verso sinistra. Si può fare da seduti, tenendo la schiena diritta, oppure in piedi, facendo attenzione se si soffre di disturbi dell’equilibrio.

    Per rinforzare i muscoli che supportano lateralmente il collo, invece, si può inclinare la testa da un lato, facendo avvicinare la guancia alla spalla, con la mano appoggiata allo stesso lato della testa bisogna opporre resistenza, spingendo in senso opposto, come se si volesse rimettere la testa diritta. L’operazione va ripetuta alcune volte, da seduti, senza sforzare troppo, prima da un lato e poi dall’altro.

    Per chi soffre di cervicale con emicrania annessa, è molto utile praticare dello yoga. La posizione principale per contrastare il disturbo è indubbiamente quella del cobra, una posizione che va ad agire sui muscoli della schiena e delle spalle, fino a raggiungere la zona del collo. Per effettuarla bisogna:

    • Partire in posizione distesa, pancia a terra, con le braccia rilassate ai lati del corpo
    • Portare le mani all’altezza delle spalle, mantenendo i gomiti stretti al corpo
    • Spingere le mani a terra e, facendo leva sulle braccia, sollevare il petto contraendo i glutei e mantenendo il bacino fisso a terra
    • Inarcarsi con le braccia tese fino a raggiungere il proprio limite facendo attenzione a mantenere le spalle ben aperte e portando la testa all’indietro
    • Mantenere la posizione per qualche minuto e poi ritornare alla posizione supina