Mal di schiena da postura scorretta? Bastano tre esercizi per eliminare il dolore

da , il

    Mal di schiena esercizi

    La lombalgia è il tipo di mal di schiena più diffuso tra persone di una certa età, ma anche giovani che conducano una vita eccessivamente sedentaria. Sostanzialmente è un problema muscolare, determinato da posture errate che contraggono la muscolatura della schiena e irrigidiscono le articolazioni, determinando il dolore che può anche diventare cronico. A seguito di uno studio italiano, condotto dai ricercatori dell’Università di Bologna coordinati da Paolo Pillastrini, si è riusciti ad individuare tre semplici esercizi di rieducazione posturale globale in grado, se effettuati regolarmente, di riportare in equilibrio la colonna vertebrale e ridurre e pian piano eliminare il dolore .

    “La tecnica era già stata sperimentata con successo per altre malattie delle ossa e delle articolazioni – ha spiegato Pillastrini a proposito del loro metodo di ginnastica rieducativa – Noi abbiamo scelto le tre posture di rieducazione posturale che potevano essere più adatte a riarmonizzare la zona lombare e le abbiamo messe a confronto con gli esercizi di stabilizzazione tradizionalmente insegnati in palestra, basati sull’attivazione selettiva e con varia intensità di specifici gruppi muscolari”.

    Le due diverse tecniche sono state testate su due gruppi di 50 pazienti sotto i 50 anni e sofferenti di mal di schiena ciascuno da almeno 3 mesi per un periodo di 5 settimane con sedute di un’ora a scadenza bisettimanale. “Alla fine di questo periodo abbiamo confrontato i risultati con questionari, per verificare quanto persistessero il dolore e la difficoltà di movimento”, ha spiegato Pillastrini, commentando i risultati positivi degli esercizi di rieducazione posturale globale, grazie ai quali la metà dei pazienti ha tratto significativo giovamento, a fronte del 12 % appena dell’altro metodo proposto.

    Se ulteriori sperimentazioni dimostrassero incontrovertibilmente i benefici degli esercizi messi a punto dall’equipe bolognese, conclude il prof. Pillastrini: “Il trattamento potrebbe essere coperto dal Sistema Sanitario Nazionale, che prevede l’esenzione per un ciclo di fisioterapia all’anno”. Successivamente, i pazienti che a quel punto avrebbero imparato a memoria i semplici esercizi, potrebbero rifarli a casa tranquillamente per mantenere l’equilibrio ritrovato.