Mal di schiena cronico: cause, sintomi e cure

da , il

    mal di schiena sintomi cure

    Mal di schiena cronico, un problema per molti italiani. Un problema che può definirsi davvero cronico quando il dolore, che può declinarsi in vari modi, con sintomi e localizzazioni diverse, persiste per almeno tre-sei mesi, arrivando a compromettere la qualità di vita della persona. Ma cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta, quali sono le cause scatenanti, i sintomi più evidenti e le cure utili.

    Tutte le cause

    Difficile stabilire con certezza quali sono le cause più frequenti. All’origine del mal di schiena cronico ci possono essere diversi fattori e problemi scatenanti. Dai difetti di postura agli sforzi ripetuti caricando la schiena in modo errato, fino alle malattie infiammatorie e agli interventi chirurgici mal riusciti la lista dei possibili responsabili è piuttosto lunga e variegata. Non è da escludere, per esempio, che i dolori a carico della colonna vertebrale siano il risultato di disturbi addominali: può succedere che difficoltà intestinali, epatiche o gastriche finiscano per interferire negativamente con la motilità del diaframma, scatenando una serie di dolorose tensioni muscolari a livello della schiena.

    Tra gli imputati anche alcune fasi particolari della vita femminile. Come la gravidanza e la menopausa, in particolare. Nel primo caso è tutta questione di postura, il cui assetto corretto è compromesso dalla presenza di nuovi carichi eccessivi, il pancione, che possono pesare sulla schiena. Nel secondo caso, invece, a complicare la situazione c’è il rischio osteoporosi che può scatenare cedimenti delle vertebre.

    Da non dimenticare, poi, che il mal di schiena cronico può essere la manifestazione più evidente di altre malattie che colpiscono la colonna vertebrale. Come la spondilolistesi, per esempio, una patologia caratterizzata dallo scivolamento di una vertebra su quella sottosante. O la scoliosi grave, che nell’adulto causa una curvatura della colonna superiore ai 30˚.

    I sintomi e la diagnosi

    Il mal di schiena cronico, come chiarisce già la definizione stessa, è caratterizzato da una sintomatologia dolorosa a carico della schiena. Dolore che può essere continuo o intermittente, concentrato in un punto o più diffuso, ma sempre di dolore si tratta. E, anche per la diagnosi del problema, non servono indagini particolari, basta una visita specialistica con un colloquio approfondito, grazie al quale il medico può raccogliere informazioni sui sintomi e la storia clinica. Anamnesi accurata che, in caso di sospette anomalie della colonna, sarà seguita e corredata da esami strumentali specifici.

    Le cure

    Tante cause e altrettante possibili cure. Sì, perché per curare efficacemente il mal di schiena cronico, è necessario, una volta individuata la malattia scatenante, agire su quella per curarla. Se, per esempio, la causa è la spondiloartrite si possono prescrivere farmaci specifici, come antinfiammatori o cortisonici, abbinati a una riabilitazione fisica. In altri casi, l’approccio terapeutico dovrebbe essere di più ampio respiro, basato su riabilitazione ed esercizi educazionali specifici, evitando che il farmaci antidolorifici siano i protagonisti della cura ma lasciando loro solo un ruolo defilato.