Maculopatia: i sintomi e le cure possibili

da , il

    Maculopatie sintomi e cure

    La maculopatia o degenerazione maculare, o, più correttamente, le maculopatie: si tratta di un gruppo di patologie che, pur essendo diverse tra loro, sono accumunate da alcuni sintomi e, in particolare, dalla progressiva degenerazione delle cellule della regione maculare della retina. Malattie che, con il tempo, rischiano di sfociare nella perdita della visione centrale e distinta, quella garantita dalla macula, la porzione centrale della retina. Cerchiamo di capirne di più, di conoscerne meglio sintomi, caratteristiche e cure possibili.

    La macula

    Innanzitutto meglio chiarire cos’è la macula. È la porzione centrale della retina, il sottile tessuto nervoso che riveste la parte interna dell’occhio incaricata di trasferire le informazioni ricevute al cervello, che le elabora dando loro la forma di immagini. La macula è deputata alla visione centrale e distinta, consentendo di distinguere esattamente le immagini, le forme e i colori.

    La maculopatia, cos’è?

    Non esiste un solo tipo di maculopatia, ma più versioni possibili di maculopatie o degenerazioni maculari. Differenti, ma tutte accumunate da una progressiva degenerazione delle cellule della regione maculare della retina e da una, altrettanto progressiva, perdita della visione centrale e distinta.

    La forma più frequente è la degenerazione maculare legata all’età, cioè la maculopatia senile, ma esistono altre maculopatie più rare in grado di danneggiare la macula, come l’edema maculare in caso di retinopatia diabetica o altri disturbi genetici più rari come le distrofie maculari, la malattia di Best.

    La degenerazione maculare senile

    Si tratta della degenerazione maculare legata all’età. La maculopatia senile, colpisce soprattutto le persone di età superiore a cinquant’anni. Com’è facilmente intuibile, è tutta questione di invecchiamento: con il passare degli anni, le strutture oculari a livello della macula subiscono cambiamenti e alterazioni che ne inficiano l’efficienza; si accumulano detriti, che i tessuti non riescono più a metabolizzare a dovere, e il passaggio di ossigeno e nutrimento alla retina diventa sempre più difficoltoso, fino a dar luogo ad alcune anomalie e sintomi tipici.

    I sintomi

    I problemi di vista sono i sintomi più evidenti e caratteristici, che potrebbero far sospettare la presenza di altri disturbi della vista, come il glaucoma. Le persone colpite cominciano a vedere le forme distorte, la visione centrale si deteriora progressivamente, mentre quella periferica rimane intatta.

    Prima dei sintomi veri e propri, però, che si verificano quando la patologia è già in atto, meglio imparare a riconoscere alcuni segnali che dovrebbero essere percepiti come campanelli d’allarme. In particolare, si deve fare attenzione a un lento e graduale calo della vista, alla percezione di aree sfuocate o annebbiate, che hanno la tendenza a diventare vere e proprie macchie scure, così come alla visione di immagini distorte o ondulate in cui oggetti appaiono deformati o rimpiccioliti.

    Le cure possibili

    In base al tipo di maculopatia, esistono diverse cure possibili. Per quella legata all’età, la maculopatia degenerativa senile, per esempio, la strategia terapeutica varia se si tratta di maculopatia secca o essudativa. Nel primo caso, si può solo arrestare il processo degenerativo con degli integratori dietetico-vitaminici; nel secondo caso può essere utile la terapia laser, quella fotodinamica o i farmaci anti-angiogenetici.

    SCOPRI COS’E’ LA DISFUNZIONE LACRIMALE