Macchie cutanee, cosa le provoca e come fare per prevenirle [FOTO]

da , il

    Le macchie cutanee sono un inestetismo che affligge tantissime donne, sia giovani che più mature. Si tratta, pensate, di una percentuale che in Europa arriva al 60%, e che spinge verso trattamenti “sbiancanti” non di rado fai da te che finiscono per peggiorare il problema anziché eliminarlo. Le discromie cutanee, che nel viso, nel collo, nelle mani e nel décolleté si manifestano come delle aree pigmentate più scure rispetto al resto dell’epidermide, invecchiandola e facendola apparire “sporca”, non sono altro che un effetto della melanina, che viene prodotta in misura maggiore in quelle porzioni di pelle a diretto contatto con i raggi solari.

    In pratica lo stesso principio dell’abbronzatura, che però dovrebbe essere uniforme, invece, quando a monte ci sono dei problemi (squilibri ormonali, o invecchiamento precoce), lo scurimento della pelle avviene in maniera disomogenea, a macchie, appunto. Nel viso le aree più soggette alla discromia sono la fronte, le labbra, le sopracciglia.

    Ci sono diversi fattori che possono incidere sul problema e innescarlo, come, ad esempio, l’assunzione di alcuni farmaci (detti foto sensibilizzanti) in estate o quando si va a prendere il sole in spiaggia. Tra questi ci sono molti antinfiammatori, antibiotici e antistaminici, inoltre, anche l’uso della pillola anticoncezionale è una delle cause più frequenti, perché il suo contenuto di estrogeni favorisce la comparsa della macchie scure.

    Come si possono prevenire (quando si è ancora in tempo), queste antiestetiche discromie? Semplicemente avendo l’accortezza di proteggere adeguatamente la pelle (del viso soprattutto), durante la bella stagione, anche quando si esce in città, e cercando di evitare l’assunzione dei farmaci succitati nei periodi in cui ci si espone al sole, o viceversa.

    Anche i cosmetici vanno acquistati sempre con un fattore di protezione alto, ma soprattutto alla base si deve stendere una buona crema con fattore 15 per tutto il viso, e nelle zone che tendono a macchiarsi anche fino al fattore 30. Eventualmente qualche macchia più scura dovesse comunque evidenziarsi, prima di affidarvi alle cure della nonna, andate da un bravo dermatologo e fatevi consigliare eventuali trattamenti.