Lo smog toglie 3 anni di vita a chi abita in pianura Padana

da , il

    Smog pianura Padana

    Non bastano le domeniche a piedi, a causa dello smog chi abita in pianura Padana ha un’aspettativa di vita inferiore di 3 anni rispetto al resto della popolazione italiana. Infatti, proprio la vasta regione del nord Italia è considerata, in Europa, una delle più afflitte dall’inquinamento atmosferico, insieme al Benelux, con tutte le ricadute negative in termini di salute pubblica e di qualità della vita. Nel nostro Paese le morti premature imputabili a smog e inquinamento sono circa 50mila all’anno, quasi tutte concentrate nella pianura Padana, e i dati sono ufficiali, poiché provengono dall’ultimo rapporto dell’Agenzia Europea dell’Ambiente di Copenhagen, intitolato “Air Quality in Europe 2011”.

    Le patologie collegate con lo smog vanno dalla malattie a carico del cuore e dell’apparato respiratorio ai tumori, passando per l’ipertensione, tutte condizioni che compromettono lo stato di salute di fatto accorciando le speranze di vita. Analizzando la qualità dell’aria della Lombardia, ad esempio, il Centro comune di Ricerca ISPRA in un rapporto del 2011 rileva un inquinamento che è composto per una buona metà dalle polveri sottili del traffico stradale, e per l’altra metà da un mix terrificante di emissioni industriali e riscaldamento, combustione ella legna ed emissioni legate all’agricoltura.

    Come è facilmente intuibile, perciò, più a rischio sono proprio coloro che abitano nelle grandi aree urbane industrializzate. Per quanto riguarda lo smog da traffico, anche in questo caso bisogna fare dei distinguo. Il rapporto ISPRA ne suddivide la dannosità in questo modo: il 30% proviene dai tubi di scappamento delle auto e dai freni usurati, mentre il restante 20% non è che polvere già emessa che viene rimessa in circolo proprio dal passaggio continuo delle macchine. Ergo, conclude il rapporto, per ripulire l’aria non basta la benzina verde, ci devono essere anche meno auto in circolazione. Il consiglio? Usare i mezzi pubblici (se funzionano e dove funzionano), rispolverare la bicicletta o… trasferirsi.