Le regole dell’esperto per un 2012 in salute

da , il

    salute 2012 consigli esperto

    Inizia un nuovo anno ed è doverso come sempre concentrarsi sui buoni propositi. Prenderci cura di noi, della nostra bellezza e soprattutto della nostra salute care amiche di Pourfemme è una delle abitudini che dobbiamo sforzarci di prendere. Direi che per partire col piede giusto può essere utile il seguente “decalogo per vivere sani nel 2012” stilato da un vero esperto, il professor Umberto Tirelli, oncologo di fama internazionale e Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica dell’Istituto Nazionale Tumori di Aviano. Leggiamolo e commentiamolo insieme.

    1. “Non fumare o, se si fuma, smettere immediatamente, non è mai troppo tardi, a tutte le età. Ricordare che anche il fumo passivo fa male e che eventualmente si somma al fumo attivo. Tutte le droghe fanno male e non esistono droghe “leggere”“. Non posso che condividere questa opinione, anche se sono certa che non tutti la pensano come me. Ma se un oncologo mette lo smettere di fumare in cima alle cose da fare per tutelare la salute, occorre riflettere, non trovate?

    2. “Non abusare di alcol. Qualche bicchiere di vino al giorno ai pasti può fare addirittura bene, ma non bere mai fuori dai pasti. Attenzione all’alcool e ai superalcolici nei giovani e nei giovanissimi. No quando ci si appresta a guidare”. E’ una delle raccomandazioni base che vi abbiamo fatto anche ieri in occasione dell’articolo sul Capodanno sicuro.

    3. “Mantenere il giusto peso, controllando l’alimentazione (meno grassi e carne e più frutta, verdura di stagione, cereali e legumi) facendo ricorso all’attività fisica (se si è giovani facendo sport anche amatoriali e/o frequentando una palestra, altrimenti una camminata a passo veloce di mezz’ora a giorni alterni può essere sufficiente). Evitare lo stress eccessivo.” Anche questa è una delle raccomandazioni che vi facciamo spesso dal nostro giornale e che riguarda il corretto stile di vita. Vuol dire che continueremo su questa strada a darvi consigli quotidiani.

    4. “Essere prudenti al volante. Non aver bevuto in precedenza, moderare la velocità, non usare il telefonino, evitando anche se possibile vivavoce e auricolare, controllare le gomme e i freni, ed essere comunque cortesi con gli altri automobilisti e rispettosi di pedoni e ciclisti. Quando si esce in compagnia, adottare il sistema che chi guida non beve (a turno, ovviamente).” Sono doverose precisazioni che bisogna tener maggiormente presenti: quante di noi in macchina col cellulare acceso?

    5. “Cercare di lasciare l’auto a casa il più possibile e camminare o andare in bicicletta: si diminuisce così l’inquinamento (che è dovuto soprattutto ai gas di scarico), si fa contemporaneamente attività fisica e si diminuisce lo stress.”. Io già lo faccio e voi volete promettervelo per il prossimo anno?

    6. “Non eccedere nell’esposizione al sole o a sistemi artificiali, che predispongono ai tumori della pelle (anche potenzialmente mortali come il melanoma).” Anche le ultime ricerche scientifiche mettono sotto accusa gli stessi lettini solari, soprattutto tra i giovanissimi.

    7. “Se si riscontrano anomalie persistenti quali tosse insistente, voce alterata, difficoltà a respirare, cuore che batte irregolarmente e frequentemente, febbricola, calo di peso inspiegato, sanguinamento inspiegato a livello della bocca o delle vie genitali o del retto, noduli della pelle come i nei che cambiano colore o che sanguinano o che fanno solo prurito – andare dal proprio medico di fiducia”. Ovvero, non tralasciate o rimandate di ascoltare i segnali che il vostro corpo vi lancia, ne va della vostra salute.

    8. “A seconda dell’età, fare gli screening per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori dell’utero, della mammella, del colon retto, della prostata. Se si hanno parenti stretti (genitori, figli, fratelli) che hanno sviluppato tumori della mammella, colon retto e prostata, sussiste un aumentato rischio di sviluppare questi tumori e potrebbe essere necessario adottare indagini di screening più precoci e più sofisticati”. E ricordate che i tumori non colpiscono solo le persone anziane. Pensate alla giovane Miss Venezuela colpita da un tumore al seno poco più che ventenne?

    9. “Rischio cardiovascolare: controllare pressione arteriosa e colesterolo tra gli altri, e seguire le indicazioni di 1), 3) e 5)”. Le malattie cardiache uccidono più dei tumori nel nostro Paese, soprattutto le donne.

    10. “Evitare le malattie sessualmente trasmissibili (non solo causate dall’hiv ma anche da gonorrea, sifilide, chlamydia, papilloma virus tra gli altri agenti), che non sono assolutamente scomparse ma anzi in aumento, adottando in base ai propri principi etici e religiosi uno dei seguenti provvedimenti: astinenza (soprattutto nei giovanissimi), relazioni stabili e fedeli con un partner che faccia altrettanto, o in alternativa l’impiego del preservativo”. Spetta a voi amiche prendervi cura della vostra salute, non credete?