Le proprietà benefiche dei cachi e i valori nutrizionali

da , il

    Le proprietà benefiche dei cachi e i valori nutrizionali

    Le proprietà benefiche dei cachi sono innumerevoli e apprezzate da molti. Ma le tabelle dei valori nutrizionali parlano chiaro: il caco è un frutto con uno dei più alti contenuti calorici. Se da un lato vanta molte preziose caratteristiche, dall’altro lato è un tipo di frutta con alcune controindicazioni.

    Originario della Cina, il Diospyros Kaki è conosciuto anche con il nome di “Albero della Pace“, in seguito al ritrovamento di alcuni alberi ancora vivi dopo lo scoppio della bomba atomica di Nagasaki nel 1945.

    Buono come alimento, versatile anche in cucina, il caco è il frutto che tutti dovremo avere sulle nostre tavole proprio in questo periodo. Conosciamolo meglio.

    Morbido, dolce e carnoso, questo frutto è tipico della stagione autunnale, quindi un ottimo rimedio contro la spossatezza e la debilitazione del periodo. Ma i suoi benefici non si fermano certo qui: ecco le numerose proprietà benefiche dei cachi.

    1. Contrastano stress e fatica

    Questo è dovuto all’alto contenuto di acqua (circa l’80%) e di sali minerali, tra cui il potassio, il fosforo, il calcio, il magnesio e il sodio, che incrementano in modo significativo i livelli d’energia nel nostro corpo.

    2. Sono alleati di molti organi interni

    Per migliorare la funzionalità epatica, molti medici consigliano di mangiare un caco al giorno, dopo pranzo o come spuntino pomeridiano, perché in grado di stimolare la sintesi biliare e promuovere la crescita del tessuto epatico, attraverso le loro proprietà epatoprotettiche.

    I cachi sono indicati non solo per la protezione del fegato ma anche di milza, stomaco, pancreas, prostata e intestino tenue.

    3. Vantano proprietà diuretiche

    Come già detto in precedenza, l’alta percentuale d’acqua, contenuta al loro interno, combinata con il potassio conferiscono al frutto del cachi proprietà diuretiche e depurative, con evidenti benefici per la pelle.

    4. Hanno un effetto lassativo

    Il loro consumo rappresenta un’ottima possibilità per combattere i problemi legati alla stitichezza. I cachi, infatti, sono dei frutti ricchi di fibre e, quindi, in grado di migliorare il funzionamento dell’apparato digerente e intestinale.

    Tuttavia, se consumati poco maturi, la presenza dei tannini darà un effetto opposto sull’organismo perché responsabili di un effetto astringente.

    5. Sono una ricca fonte di vitamine

    In particolare della vitamina C, la cui quantità varia a seconda del grado di maturazione del frutto. Utilissima nell’uomo, questa vitamina, anche chiamata acido ascorbico, è indispensabile per il corretto funzionamento del sistema immunitario, è antiossidante ed è anche una dei principali responsabili della produzione di collagene, una proteina che rinforza i vasi sanguigni, i muscoli, la pelle e le ossa.

    Seppure in minore quantità, i cachi sono una ricca fonte di pro-vitamina A, che, insieme alla vitamina C, proteggono e rafforzano il nostro organismo dai virus invernali.

    Controindicazioni

    Secondo le tabelle nutrizionali, il caco possiede un alto contenuto di zuccheri; non è quindi consigliato a coloro che soffrono di diabete o a chi ha problemi di obesità. Inoltre, la percentuale delle fibre contenute potrebbe non conciliarsi con una dieta povera di fibre, necessaria a contrastare alcune patologie come la sindrome del colon irritabile.

    I valori nutrizionali

    Di norma, un caco pesa intorno ai 300 grammi. Ogni 100 grammi di cachi si assumono tra le 65-70 kcal, suddivisi in:

    Calorie 100grCarboidratiGrassiProteineZuccheri
    65 kcal19 g0,2 g0,6 g13 g