La salute mentale delle donne più a rischio con la Sindrome Post Aborto

da , il

    sindrome post aborto

    La Sindrome Post Aborto esiste, lo conferma uno studio scientifico condotto su un campione di circa 877.000 donne. In cosa consiste? Come potete immaginare, l’interruzione volontaria della gravidanza comporta una scelta difficile, un dolore profondo che difficilmente si riesce a superare: è una ferita che non si rimargina mai e che colpisce la psiche.

    Secondo la ricerca realizzata dall‘”American Academic Priscilla Coleman” e pubblicata sul “British Journal of Psychiatry”, ben il 10% dei problemi di salute mentale al femminile dipendono dall’aborto: chi vi si sottopone ha il doppio delle probabilità di sviluppare questo tipo di malattie, rispetto a chi non lo fa. In particolare ne è risultato che l’aborto è collegato per il 34% ad una maggiore probabilità di soffrire di stati d’ansia, il 37% di depressione, il 110% al rischio di abuso di alcool, il 220% all’utilizzo di cannabis e al 155% anche al rischio di suicidio.