La puzza dei piedi è un problema fastidioso e diffuso, vediamo le cause e i rimedi

Puzza piedi

Il problema comunemente definito come “puzza dei piedi”, per quanto ci possa far sorridere istintivamente, in realtà è assai più diffuso di quanto non si pensi. Il termine tecnico di questo disturbo è “bromidosi plantare”, da non confondersi con “iperidrosi plantare”, ovvero sudorazione eccessiva dei piedi, che non necessariamente è associata al cattivo odore. Quest’ultimo fenomeno è dovuto ad una sorta di macerazione dello strato corneo dei piedi (nella zona plantare e tra le dita), ovviamente innescato dal sudore (che, però, di suo è inodore), ma in cui ad entrare in gioco sono i germi (batteri o funghi) che colonizzano le nostre estremità.

Tali microrganismi, in condizioni particolarmente favorevoli (per loro, ma sfavorevolissime per noi!), agiscono sulla cheratina, sostanza naturalmente presente nell’epidermide, decomponendola, con conseguente emanazione di gas che contengono zolfo, come sappiano alquanto “puzzolente”. Ecco spiegato il motivo dell’odore davvero pungente e sgradevole che si sprigiona dai piedi sudati quando ci si toglie le calzature. Ma vediamo meglio quali cause determinano il fenomeno della bromidosi plantare.

Puzza dei piedi: le cause

Una tendenza ai piedi puzzolenti può essere familiare, ma in generale, perché il problema insorga e diventi davvero fastidioso, sono necessari un po’ di fattori, che possono essere concomitanti o meno, vediamone i più frequenti:

  • Predisposizione genetica (anche ereditaria, appunto) alla bromidosi e iperidrosi plantare
  • Alcune patologie del metabolismo o endocrine, tra cui l’ipertiroidismo e il diabete mellito
  • Un’alimentazione ricca di cibi che creano fermentazione e modificano il ph del sudore umano, tra cui, in primis, aglio e cipolla, ma anche alcuni farmaci (come quelli a base di penicillina) possono incidere sul disturbo
  • Insufficiente igiene personale: ebbene sì, a volte, semplicemente, ci si dovrebbe detergere i piedi un pochino di più oppure lavare ad alte temperature la biancheria intima, ivi incluse le calze
  • Stress: una condizione di stress provoca un aumento dell’adrenalina e una conseguente iperidrosi
  • Calzature che non lasciano traspirare il piede. Usare scarpe chiuse in materiali plastici (sintetici) e non traspiranti crea una sorta di camera a gas all’interno, dove il sudore, unito ai processi di cui sopra, non trovando sfogo all’esterno creano il fenomeno della bromidosi plantare

Tuttavia, il disturbo della puzza dei piedi non è irreversibile! Al contrario, si può trovarne sollievo anche con rimedi naturali, oltre che applicando prodotti specifici. Vediamo come fare.

Puzza dei piedi: i rimedi

Innanzi tutto, partiamo dall’igiene. Lavarsi i piedi più volte al giorno, specialmente quando comincia a fare caldo, è indispensabile, e per farlo dovete usate saponi antibatterici e antimicotici, oppure sciogliere un cucchiaio di bicarbonato di sodio nell’acqua tiepida del pediluvio. Tenete sempre le unghie dei piedi corte, per evitare che si accumuli della sporcizia o cellule morte, e durante il pediluvio sfregate le aree più “dure” e cornee della pelle di piedi con la pietra pomice. Asciugate le vostre estremità alla perfezione e privilegiate calzature traspiranti, con plantari adatti e in materiali naturali. Idem dicasi delle calze, che devono essere di cotone e sempre pulite e igienizzate (ricordate che il lavaggio in lavatrice va programmato almeno a 60° per uccidere tutti i microrganismi presenti nella biancheria). Usate prodotti detergenti, talchi e polveri adatti al problema, come quelli, davvero eccellenti, della linea Toiletries del Dr Sholl’s che aiutano ad assorbire il sudore in eccesso e a combattere il cattivo odore. Per quanto riguarda l’igiene, potete anche usare (diluiti nell’acqua) prodotti naturali antisettici, come l’aceto, oli essenziali (timo o lavanda), sale grosso. Infine, come rimedio della nonna, potete provare con un bel decotto di salvia da effettuare un paio di volte alla settimana. Si procede in questo modo: mettete un rametto di salvia a bollire in un litro d’acqua, quindi lasciate raffreddare. Procedete poi a frizionare il liquido con un batuffolo di cotone. Insomma, non datevi per vinti se soffrite di bromidosi plantare, è un problema che si può risolvere!

Per ulteriori approfondimenti sui disturbi e sulle problematiche dei piedi, date un’occhiata ai seguenti articoli:
Piedi gonfi: quali sono le cause e cosa fare
Geloni ai piedi, come combatterli
Calli ai piedi: come curarli con i rimedi naturali
Dolore alla piante del piede: cosa fare
Plantari su misura: prezzi e a chi rivolgersi

Segui Pour Femme

Martedì 24/01/2012 da in

Commenti (2)

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Gabriele 25 settembre 2012 22:39

salve mi sodano tantissimo i piedi e mi puzzano mi si lessano porto scarpe chiuse tipo scarpe da ginnastica scarpe basse di tela ecc un rimedio ci può essere per risolvere questo noioso problema?

Rispondi Segnala abuso
Maria T. Ferrari
Mariatferrari 26 settembre 2012 12:29

Sicuramente può provare con i rimedi citati nell’articolo: utilizzare scarpe traspiranti in materiali naturali, lavare bene sia piedi (con saponi antibatterici) che calze (almeno a 60°), utlizzare un talco apposta che assorbe il sudore, ecc.

Rispondi Segnala abuso
Scopri PourFemme
torna su