La prevenzione del tumore al seno viaggia anche in treno

da , il

    frecciarosa

    La salute delle donne ed in particolare la prevenzione del tumore al seno quest’anno viaggia anche in treno e nello specifico sulla Frecciarossa. L’iniziativa infatti che prende il nome di Frecciarosa non a caso, nasce da una collaborazione innovativa tra la FSI (Ferrovie dello Stato Italiane) ed alcune associazioni che si occupano della salute al femminile: IncontraDonna Onlus ed ONDa (Osservatorio nazionale sulla salute delle donne). Di cosa si tratta e come si svolgerà il tutto?

    Frecciarosa al servizio delle donne

    Frecciarosa è una nuova campagna di sensibilizzazione in tema di salute e sicurezza al femminile che si avvale anche del patrocinio del ministero della salute e del lavoro. Per tutto il mese di ottobre nelle principali stazioni e sui treni, compresi quelli dell’alta velocità si svolgeranno una serie di iniziative riguardanti la prevenzione: consulenze gratuite, vademecum di consigli ed indicazioni, gadget ed informazioni. Oltre ovviamente ad alcuni prezzi speciali per le donne e ad un menù “rosa”nei vagoni ristorante con consigli sugli abbinamenti gastronomici più salutari. Verranno effettuate ogni giorno anche vere e proprie visite specialistiche gratuite sulle tratte Roma- Venezia, Roma- Torino, Roma- Napoli e Roma- Reggio Calabria, grazie ad un’equipe guidata dalla dottoressa Adriana Bonifacino, presidente della onlus Incontradonna e responsabile dell’Unità diagnostica e terapia senologica dell’azienda ospedaliera Sant’Andrea di Roma. Ovviamente in salette attrezzate appositamente. Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno, ma questa è anche lì occasione di ricordare l’importanza di sani stili di vita e della vaccinazione contro il papilllomavirus, di cui le donne sanno ancora troppo poco.

    Sul treno anche i bollini rosa

    All’iniziativa partecipa anche ONDa con la distribuzione di materiale informativo circa i migliori ospedali italiani dedicati alla salute delle donne. Sono quelli più attenti, che offrono servizi migliori, tecnologie avanzate, ma anche iter personalizzati per patologie femminili. Tutti questi, secondo un sondaggio tra le fruitrici e attraverso delle valutazioni speciali hanno ottenuto da ONDa dei bollini rosa di qualità. Quale sarà quello più vicino a voi? O della città che raggiungere in treno? Insomma care amiche di Pourfemme, l’attenzione alla nostra salute non deve mai abbassarsi, cogliete l’occasione per partecipare alle numerose iniziative che si svolgeranno in tutta Italia, come il Nastro Rosa o Race for The Cure.

    Foto e fonte: Fsi