La maternità dopo un tumore al seno d’ora in poi sarà realtà

da , il

    tumore e maternita

    La maternità dopo un tumore al seno è possibile. Già in altre occasioni vi abbiamo illustrato come sia possibile arginare l’aggressività di alcune terapie anti cancro, preservando la fertilità: ad esempio con il prelievo di tessuto ovarico da conservare in un’apposita banca. Ora, una ricerca scientifica pubblicata sulla rivista di settore Jama e condotta da studiosi italiani, offre una nuova possibilità di approccio: sono state coinvolte 281 donne dal 2003 al 2008, reclutate in 16 centri aderenti al Gim (Gruppo Italiano Mammella).

    Alcune di loro sono state sottoposte a sospensione della funzionalità ovarica (tramite somministrazione di un ormone) con lo scopo di valutarne la protezione dalla chemioterapia. Nel gruppo così trattato solo l’8,9% ha avuto una menopausa precoce, contro il 25,9 di coloro che hanno ricevuto le cure abituali. In un controllo avvenuto nei mesi scorsi, 3 donne sottoposte a nuova terapia hanno avuto una gravidanza. Il prezioso studio è stato coordinato dalla dottoressa Lucia del Mastro, dell’Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova

    Dolcetto o scherzetto?