La lipolisi per dire addio alla cellulite

da , il

    cellulite laser

    Generalmente in questo periodo gli studi di medici estetici e chirurghi plastici vengono presi d’assalto da pazienti in eterna lotta contro la cellulite. Parola d’ordine: debellarla, meglio se in fretta e in modo indolore. Fra i trattamenti più nuovi che hanno riscosso grande successo da segnalare c’è la laserlisi, efficace come la liposuzione ma dolce come un trattamento estetico. La tecnica attuale è un’evoluzione della laserlipolisi che da anni viene utilizzata come alternativa alla liposuzione, soprattutto nelle donne più giovani. Grande vantaggio di questa tecnica è l’estrema rapidità d’azione: il laser Neodimio-YAG usato fino a poco tempo fa nella laser lipolisi, infatti, aveva una frequenza piuttosto bassa e per avere risultati apprezzabili erano necessarie 3 o 4 sedute. Oggi, grazie alle ricerche di fisici italo-francesi, si è riusciti a rendere il laser più potente, tanto da poter eliminare i cuscinetti in un’unica seduta, senza rischi vascolari e danni per la cute, né cicatrici o avvallamenti. Insomma, il sogno di ogni donna reso possibile.

    Il Neodimio-YAG di ultima generazione impiegato nella laser lisi è un laser specifico per i problemi vascolari e i noduli cellulitici: rispetto ai precedenti, ha una sequenza d’impulso di 80 hertz, pur mantenendo una potenza di 6 watt, che non danneggia l’epidermide né crea ustioni. Questo significa che il laser Nd-YAG colpisce i tessuti ottanta volte al secondo, garantendo così la distruzione totale delle cellule di grasso.

    Come funziona

    S’infiltra un’adeguata dose di anestetico nella parte da trattare, quindi s’introduce una sottilissima sonda sterile (del diametro di un millimetro) direttamente all’interno del pannicolo adiposo, alla profondità di circa un centimetro. A questo punto si fa passare la fibra ottica collegata al laser attraverso la sonda e ha inizio il trattamento: sotto i colpi del laser (il sondino viene mosso a raggiera) gli adipociti sono distrutti e lasciano fuoriuscire il liquido in essi contenuto. Dopodiché si estrae la fibra ottica e s’inserisce una piccola guida di teflon che permette la fuoriuscita del grasso emulsionato ma senza alcuna aspirazione. Quando tutto il grasso è defluito, si toglie la guida e si applica un semplice cerotto: il trattamento è terminato.

    Questo laser ha il grosso vantaggio di chiudere immediatamente i vasi che colpisce, quindi non si ha perdita di sangue e gli ematomi sono ridotti al minimo, non rimangono cicatrici, non si formano gonfiori né avvallamenti. Trattandosi di un intervento non invasivo e veloce (meno di venti minuti a seduta), viene realizzato in ambulatorio medico-chirurgico in anestesia locale e consente una ripresa immediata delle normali attività.

    Risultati

    I risultati definitivi, in termini di riduzione dei cuscinetti e della cellulite, si ottengono nel giro di tre – quattro settimane anche se il processo di riassorbimento del grasso, la deposizione di collagene e la risoluzione dell’edema impiegano qualche tempo in più.

    Il laser si propaga meglio nei tessuti compatti. Per questo motivo la laserlisi è particolarmente efficace sulla cellulite ben localizzata e compatta, come le coulotte de cheval, oppure i noduletti sui fianchi, ma anche su braccia e addome, doppio mento e cosce. Se invece la cellulite è molle, i risultati potrebbero essere meno evidenti rispetto a quelli sperati.