La fendimetrazina è pericolosa: attenzione a cosa si assume per dimagrire

da , il

    pillole dimagrire

    La procura di Roma ha aperto un’inchiesta sulla Fendimetrazina, farmaco dimagrante di cui faceva uso un ragazzo deceduto il 9 settembre scorso, il terzo accertato in Italia, ucciso da una reazione a questo principio attivo. Di fatto in corso ci sono già dei processi (il primo caso risale al 2003) e la pericolosità di questo medicinale è già nota. La novità sta nel fatto, che dati i rischi connessi alla sua assunzione, il Ministero della Salute ne ha vietata la commercializzazione con un decreto emanato il due Agosto scorso. L’ultima vittima era già in possesso del medicinale prima di quella data?

    Le ricette autorizzate dovevano però garantire una terapia massima di trenta giorni! Ma quali controlli vengono effettuati circa l’applicazione di questa legge? Su tutto questo verterà la nuova indagine, ma nel frattempo cerchiamo di spiegarvi di cosa si tratta, in modo che siate coscienti di cosa potreste trovare nei farmaci che si vendono illegalmente ed i rischi connessi alla salute. La fendimetrazina è un anoressizzante, agisce sul sistema nervoso centrale bloccando la sensazione della fame, ma è considerato una sostanza stupefacente, provoca assuefazione e conseguenti crisi d’astinenza alla sua sospensione (con relative abbuffate), ovvero la fendimetrazina si comporta proprio come una droga; ha un effetto simil-anfetaminico: provoca tachicardia eccitazione estrema, picchi di pressione alta, ansia, insonnia, psicosi.

    Va assolutamente evitato da chi soffre di insufficienza renale, ipertensione o malattie cardiache. Anche l’assunzione contemporanea di farmaci antidepressivi è controindicata, perché pericolosa. Insomma, per legge non si può vendere(circa 10 anni fa nel nostro paese ne è stata vietata la vendita sotto forma di prodotto farmaceutico industriale, da Agosto anche come preparato in farmacia) e questi sono i motivi. Fatevi furbe care amiche di Pourfemme, per dimagrire, servono dieta e attività motoria. Le pillole possono aiutare, ma non vanno prese con superficialità.

    Dolcetto o scherzetto?