La dieta senza lieviti, per dimagrire e depurarsi

da , il

    Donna pane

    Gli alimenti che contengono lieviti, come pane, pizza e altri prodotti da forno possono essere causa di un senso di malessere generale, stanchezza cronica e gonfiore. Le purine, sontanze azotate contenute nell’estratto di lievito, di giorno in giorno intossicano l’organismo, rallentano il metabolismo e rendono fegato e reni meno reattivi. L’abuso di cibi livevitati, a volte, può anche generare un’infezione femminile molto fastidiosa: la candida vaginale. Se vi riconoscete nei sintomi che ho descritto sopra, la dieta che propongo oggi può darvi una mano: 1400 calorie giornaliere per depurarvi e perdere fino a 4 chilogrammi in un mese.

    4 regole da osservare sempre:

    1) Per condire dovete usare massimo 1 cucchiaino di sale e 2 di olio al giorno

    2) Per edulcorare usate massimo 2 cucchiaini di miele o di fruttosio al giorno

    3) Bevete almeno 1 litro e mezzo d’acqua ogni giorno

    4) Escludete alcolici, aceto di vino, edulcoranti artificiali e frutta secca

    Ogni giorno:

    Prima di fare colazione: un bicchiere acqua tiepida con due cucchiai di succo di limone

    Colazione: una tazza di caffè d’orzo o di tè verde; 1 bicchiere di latte parzialmente scremato; 40 g di fiocchi di cereali; 200 g di frutta di stagione (no a cachi, banane e fichi)

    Spuntino di metà mattina: un succo di pompelmo.

    Merenda del pomeriggio: 150 g di frutta di stagione (no a cachi, banane e fichi)

    Lunedì:

    Pranzo: insalatone di verdure crude a scelta; 50 g di prosciutto crudo sgrassato; 300 g di patate lesse o cotte al vapore

    Cena: 60 g di spaghetti (preferibilmente integrali) al pomodoro; 300 g di carote e zucchine al vapore

    Martedì:

    Pranzo: insalata verde; 70 g di riso bollito condito con olio extravergine di oliva e un cucchiaino di grana grattugiato; 200 g di biete bollite o al vapore; 1 uovo sodo o in camicia

    Cena: 30 g di orzo perlato con minestrone di verdure miste (senza patate) ; 250 g di sogliola al cartoccio; insalata verde

    Mercoledì:

    Pranzo: 300 g di fagiolini lessati con olio extravergine di oliva e succo di limone; 80 g di carote crude grattugiate; 230 g di arrosto di tacchino; 40 g di pane azzimo (non lievitato)

    Cena: 30 g di pasta (preferibilmente integrale) con minestrone di verdure (senza patate); 40 g di prosciutto cotto sgrassato; 200 g di porri al vapore

    Giovedì:

    Pranzo: 70 g di riso (preferibilmente integrale) al pomodoro fresco; 60 g di mozzarella di vacca; 200 g di zucchine bollite o al vapore

    Cena: 100 g di polenta; 110 g di spezzatino di manzo; verdure miste in umido

    Venerdì:

    Pranzo: insalatone misto; 120 g di petto di pollo alla piastra; 230 g di patate bollite

    Cena: purè di patate e zucchine con 100 g di patate e 100 g di zucchine bollite; 2 spiedini di pesce; 50 g di pane azzimo

    Sabato:

    Pranzo: 80 g di pasta (preferibilmente integrale) al sugo di pomodoro; 1 uovo sodo o alla cocue; 350 g di piselli saltati in padella con salsa di pomodoro, olio, cipolla, poco sale, pepe

    Cena: una bistecca di manzo alla piastra; 50 g di pane azzimo; 200 g di carote e insalata romana

    Domenica:

    Pranzo: 70 g di riso (preferibilmente integrale) condito con olio extravergine di oliva; 300 g di verdure grigliate; instalatona mista con 80 g di tonno, 50 g di fagioli cannellini bolliti e 100 g di pomodorini freschi

    Cena: 180 g di gnocchi al ragù; 300 g di carote e fagiolini lessi

    Foto da:

    www.sayakayamamoto.com

    Dolcetto o scherzetto?