La dieta mediterranea è la migliore: fa bene alla salute e migliora la vita intima

da , il

    Dieta mediterranea afrodisiaca

    Torniamo a parlare della dieta mediterranea, e dei suoi infiniti benefici sulla salute, purché seguita a dovere e secondo tradizione, naturalmente. Secondo la dott.ssa Katherine Esposito, dell’Università di Napoli, infatti, non solo questo regime alimentare ci protegge dalle malattie, ma sarebbe un vero e proprio toccasana per la vita intima grazie al suo potere afrodisiaco. Questo perché, come ha spiegato la specialista durante il convegno di Medicina della Riproduzione di Abano Terme: “Può concorrere a una buona vita sessuale: le proprietà antiossidanti dei cibi hanno effetti benefici sulla salute delle arterie e, quindi, sulle prestazioni sessuali.

    Questa dieta è caratterizzata da un modello nutrizionale rimasto costante nel tempo, costituito principalmente da olio di oliva, cereali, frutta fresca, verdure, pesce, latticini, carne, e molti condimenti e spezie, accompagnati da vino o infusi”. Per lo meno, questa era la formula di base della dieta mediterranea, anche se forse quella che proponiamo oggi sulle nostre tavole ne è la versione un po’ “imbastardita”, diciamo così.

    E comunque, anche non perfetta, rimane il regime alimentare migliore e in grado di garantirci un’aspettativa di vita tra le più alte del mondo, come precisa la Esposito: “Attualmente l’Italia è al 10° posto nella graduatoria dell’aspettativa di vita alla nascita (81,77 anni).

    Un’analisi ha valutato i dati di oltre un milione e mezzo di persone in vari Paesi del mondo seguite fino a un massimo di 18 anni: coloro che aderivano in maniera più corretta a un’ alimentazione basata sui principi della dieta mediterranea presentavano una riduzione significativa della mortalità generale e di quella dovuta a cancro e malattie cardiovascolari nella misura del 10%”.

    A ben vedere, quindi, noi italiani siamo fortunati, dovremmo cercare di volerci bene attraverso l’alimentazione, evitando tutti i “pasticci” e le esagerazioni caloriche che spesso ci derivano dal consumo di alimenti industriali pieni di conservanti e di coloranti, che certo bene non fanno, e tornare a fare un po’ più i contadini, almeno a tavola!