La colposcopia, cos’è, come e perché si fa?

  • Commenta
colposcopia

La colposcopia è un’esame diagnostico che solitamente si effettua per verificare il perché di alcuni risultati anomali del pap test. Ovvero, quando il ginecologo dice che “sarebbe opportuno fare maggiori accertamenti”, spesso si riferisce proprio alla colposcopia. E così l’ansia per l’indagine diagnostica si lega a quella del pap test risultato anomalo. Comprendere a cosa si va incontro, può essere utile per tenere sotto controllo tutte le paure. Va detto prima di tutto che un risultato non chiaro dal test di Papanicolau, non è detto che si abbia a causa di un tumore al collo dell’utero: bastano un’infezione o un’infiammazione.

In genere dunque, la colposcopia si fa per “osservare da vicino”, direttamente l’anomalia individuata dal pap test, ovvero
una sospetta displasia cervicale o cancro cervicale, segni di HPV, o cellule squamose atipiche non ben specificate. Ma come si fa? E quanto dura? Ed è dolorosa? Un passo per volta. La colposcopia è un’indagine diagnostica abbastanza semplice da effettuare, della durata massima di 10-15 minuti. Si esegue presso l’ambulatorio di un medico ginecologo, è indolore e si effettua sdraiandosi sul comune lettino per le visite, a gambe divaricate e sollevate. Attraverso uno strumento che si chiama colposcopio (un microscopio) e che si posiziona a circa 30 cm dal collo dell’utero, è possibile visualizzare chiaramente tutta l’area interessata.

Se durante l’esame, il medico specialista dovesse individuare delle lesioni particolari o un tessuto che risulta biancastro, di sicuro procederà anche con un prelievo per una biopsia da inviare ad un laboratorio. E’ chiaro che un microscopio a distanza non provoca dolore, ma proprio situazioni come il prelievo bioptico durante l’esame colposcopico possono alterare lo stato della paziente, provocando dolore lieve, o un sanguinamento. Tutte situazioni che si risolvono in brevi lassi di tempo. Dunque care amiche di Pourfemme, se doveste trovarvi nella condizione di fare questo esame, non andate preoccupate e soprattutto non rimandate l’appuntamento solo per paura. Non solo non è necessaria, ma pericolosa se vi fa rimandare un importante test.

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Giovedì 29/12/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
1
2
3
4
5
6
8
Scelti da voi
10
Paper Project
11
Segui PourFemme
Ultimi Video 12
 
14

Scarica gratis l'applicazione PourFemme

IPHONE IPAD ANDROID
16
17
Scopri PourFemme
18
19
torna su