L’arteterapia non funziona con chi soffre di schizofrenia

da , il

    Arte terapia schizofrenia

    E’ certo che l’arte-terapia sia utile, ma non per chi soffre di schizofrenia e sindromi collegate. Per arte terapia si intende quella valenza attribuita alle attività creative come il disegno, la pittura, la scultura ecc, di dar sollievo alla mente afflitta da turbe psichiche o deficit intellettivi di varia natura. In pratica la possibilità di dare sfogo alla parte meno “razionale” del nostro cervello permetterebbe uno sblocco emozionale e cognitivo che sarebbe benefico in generale e renderebbe la persona più equilibrata, così come l’esposizione alla bellezza artistica avrebbe un effetto tonico e antidepressivo.

    Se questo tipo di terapia guidata può risultare efficace per problemi quali l’autismo o la depressione, pare che, invece, sulla schizofrenia non abbia alcun effetto, nessun beneficio. A scoprirlo sono stati i ricercatori del Centre for Medical Health dell’Imperial College di Londra (GB), grazie ad uno studio che ha coinvolto 417 soggetti (di circa 18 anni di età), affetti da schizofrenia conclamata e che si è protratto per 12 settimane.

    I pazienti sono stati divisi in tre gruppi, di cui il primo sottoposto a cure standard (ovvero, a base di psicofarmaci) e sedute di arte-terapia, il secondo curato con farmaci e altro genere di attività terapeutiche, e infine l’ultimo gruppo curato solo con i medicinali. Alla fine della sperimentazione, si è potuto rilevare che il campione che aveva seguito anche sedute di arte terapie, non aveva evidenziato miglioramenti sotto nessun punto di vista riconducibili a queste attività.

    Sostanzialmente, il loro stato era identico a quello dei ragazzi curati solo con gli psicofarmaci. “Anche se non possiamo escludere la possibilità che l’arte terapia possa beneficiare una minoranza di persone fortemente motivate a utilizzare questo trattamento, non abbiamo trovato prove evidenti – ha spiegato Tim Kendall, Direttore del Centre for Mental Health della London university – che portano a concludere circa l’effettiva efficacia di questo particolare approccio terapeutico”.

    Insomma, pollice verso per quanto riguarda i benefici sulla schizofrenia, ma non certo in generale. Ad ogni modo, credo che ulteriori studi si renderanno necessari per poter escludere a priori qualunque effetto positivo dell’arte-terapia sui disturbi psichici.