L’allergia agli odori mette a rischio la vita di una bambina affetta da una rara malattia

da , il

    Bambina allergica odori

    In Italia, a Treviso, vive una bambina affetta da una rara malattia, un’allergia agli odori che la costringe a vivere isolata da tutto e sottoposta a costanti cure che la purifichino dalle tossine. Si chiama Camilla, ha 5 anni, una sorellina con cui non può praticamente stare a contatto, perché soffre di Mcs (Sensibilità chimica multipla), a causa della quale rischia di morire solo per aver inalato accidentalmente odori che per noi sono comuni e che ci circondano senza che ci facciamo caso. Tanto per citarne qualcuno: dai profumi (incluso quello dei fiori), ai detersivi, dagli insetticidi ai saponi alle colle.

    Insomma, tutto quell’effluvio di essenze, più o meno forti, con cui le persone normali convivono fin dalla nascita, e che eliminare è praticamente impossibile. I genitori hanno scoperto solo da qualche mese la patologia esatta di cui soffre la piccola Camilla, grazie alla diagnosi dell’immunologo Giuseppe Genovesi, del Policlinico Umberto I di Roma, e purtroppo le costose cure a cui la bambina deve sottoporsi, sono attualmente interamente a loro carico perché la Sanità italiana non riconosce il suo problema tra le malattie rare.

    Si tratta di flebo detossificanti che vengono fatte arrivare dagli USA, dal Canada e dalla Gran Bretagna. Proprio le speranze di miglioramento di questa bimba sfortunata sono legate ad un ricovero presso un centro specializzato in Inghilterra, per affrontare il quale il comune della famiglia – San Vendemiano – si sta mobilitando per dare una mano, ed è stato appositamente aperto un conto corrente che anche noi vi segnaliamo, nella speranza che possa davvero aiutare Camilla nel suo percorso di lotta contro la Mcs. Il conto è presso la filiale di San Vendemiano della Banca della Marca, e questo è il codice Iban: IT 24 S 07084 62060 023002412039.