Irsutismo femminile: cause, sintomi e rimedi per combatterlo

Un disturbo che consiste nella comparsa di peli maschili dove le donne non hanno solitamente peluria, e che spesso viene accompagnato dall'acne

da , il

    Irsutismo femminile: cause, sintomi e rimedi per combatterlo

    Hai mai sentito parlare di irsutismo femminile? È l’eccessiva crescita di peli in aree del corpo di una donna dove in condizioni di normalità non sono presenti. Viso, torace, areole mammarie, addome, schiena, glutei, cosce e braccia con una peluria tipica del sesso maschile, fonte soprattutto di problemi estetici ma in alcuni casi anche di alterazioni metaboliche e comportamentali.

    Le cause

    Le cause dell’irsutismo possono essere o un aumento degli ormoni sessuali maschili a livello dei tessuti, oppure una maggiore sensibilità agli stessi da parte dei tessuti periferici. L’eccesso di ormoni sessuali maschili può avere origine dalle ovaie, dalle ghiandole surrenali, o da entrambi. Le cause possono essere diverse, ad esempio la sindrome dell’ovaio policistico, l’iperplasia surrenalica congenita, o i tumori virilizzanti. Anche l’assunzione di alcuni farmaci può essere la causa dell’irsutismo.

    I principali ormoni responsabili dell’irsutismo sono il testosterone, il dididrotestosterone, l’androstenedione, il deidroepiandrosterone ed il suo solfato.

    I sintomi

    L’irsutismo femminile è caratterizzata da una presenza eccessiva di peli in aree del corpo di una donna che generalmente non ne hanno. Spesso è associata a disturbi quali irregolarità del flusso mestruale, perdita di capelli, acne, sovrappeso od obesità. In casi più rari potrebbero esserci anche segni di virilizzazione quali ingrandimento della clitoride, abbassamento del tono della voce, e perdita della silhouette femminile.

    La diagnosi

    L’irsutismo femminile viene diagnosticato con un esame obiettivo attraverso il punteggio di Ferriman-Gallwey dove 0 segnala l’assenza di peli e 4 la presenza di peli virili. Il dato importante da valutare è l’epoca della comparsa dell’irsutismo, e se è accompagnata da acne ed irregolarità mestruali. E’ possibile effettuare anche esami ormonali in laboratorio e un’ecografia pelvica transvaginale.

    Le terapie

    In presenza di chiari segni di irsutismo femminile è necessario rivolgersi ad un endocrinologo e/o ad un ginecologo che valuteranno i rimedi in base al caso.

    La terapia farmacologica comprende i contraccettivi orali che inducono l’inibizione della produzione androgenica ovarica, e farmaci che inducono un’inibizione della produzione androgenica surrenalica.

    Alla terapia farmacologica viene consigliato un trattamento estetico come la depilazione al laser o alla luce pulsata, per eliminare la peluria preesistente.

    Se in presenza di sovrappeso e obesità, verrà consigliato un colloquio con uno specialista per la normalizzazione del peso corporeo, che indirizzerà verso una dieta dimagrante e disintossicante.

    I rimedi naturali

    Anche la natura può dare un aiuto a chi è affetto da irsutismo. La palma nana, l’agnocasto e il cohosh nero sono erbe che hanno la proprietà di diminuire i livelli di ormoni maschili nel corpo. Si possono assumere sotto forma di compresse, polvere, o tisane, ma anche come estratti di glicerina o tinture.

    L’irsutismo può essere combattuto anche grazie all’omeopatia con la Silicea 5 CH da assumere tre volte al giorno per un paio di mesi.

    Dolcetto o scherzetto?