Ipertensione arteriosa, una giornata dedicata all’informazione

da , il

    world hypertension day

    Si celebra giovedì 17 maggio la Giornata Mondiale contro l’ipertensione arteriosa, organizzata per l’ottavo anno consecutivo dalla World Hypetension League (WHL). Il tema dominante della campagna informativa del 2012 sarà la cura del proprio stile di vita: “vita sana, pressione sana”, infatti lo slogan di questa edizione che vedrà partecipi numerose strutture su tutto il territorio italiano grazie all’adesione della S.I.I.A (Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa). L’ipertensione arteriosa è un killer silente che colpisce duramente l’organismo, mettendo anche a repentaglio la vita di chi ne soffre (senza neppure rendersene conto).

    I dati ed i rischi dell’ipertensione arteriosa

    L’ipertensione arteriosa è considerata con cognizione di causa una epidemia moderna: pensate che in Italia ne soffrono almeno 15 milioni di persone (ma è un numero in difetto, visto che tanti hanno la diagnosi solo dopo un evento negativo). Sono i dati Istat del 2004 e dell’OMS 2005, ma dati i cambiamenti in negativo degli stili di vita negli ultimi anni, soprattutto in relazione all’alimentazione, di certo queste cifre vanno considerate in aumento, così come la mortalità correlata: ogni anno nel nostro Paese muoiono a causa dell’ipertensione almeno 240.000 persone (8 milioni in tutto il mondo). La pressione alta colpisce essenzialmente l’apparato cardiovascolare: infarto, scompenso cardiaco, fibrillazione, insufficienza renale ed ictus quando non uccidono possono provocare gravi disabilità. Spesso alla base di tutto c’è la pressione alta, insieme ad altri fattori, come l’obesità, la predisposizione genetica, la cattiva alimentazione, la scarsa attività motoria. Tutti questi fattori sono tra loro strettamente legati e collegati all’ipertensione stessa ed è chiaro che prevenire la maggior parte di loro è possibile.

    Come prevenire l’ipertensione con uno stile di vita sano

    Le regole per prevenire l’ipertensione o comunque tenere la pressione arteriosa sotto controllo sono semplici da realizzare. Prima di tutto è importante sottoporsi con regolarità a controlli della pressione, sempre a qualunque età ed intensificare queste verifiche se qualche valore si dimostra anomalo. Il valore ottimale della pressione “massima” (sistolica) deve essere inferiore a 120 mmHg, quello della minima (diastolica) ottimale deve mantenersi inferiore a 80 mmHg. E’ importante combattere i chili di troppo (obesità, ma anche il sovrappeso), ridurre l’assunzione di sale nell’alimentazione, evitare o limitare il consumo di alcool, praticare attività fisica con regolarità (almeno 30 minuti di passeggiata veloce 4 volte alla settimana). Iniziative in tutta Italia il 17 maggio. Per la lista completa delle strutture sanitarie a disposizione per visite ed informazioni gratuite visitate il sito della SIIA.