Invecchiamento: chi ha tanti nei rimane giovane più a lungo

da , il

    nei

    I nei: per qualcuno sono un punto di forza, un vezzo da esibire. Per altri sono un cruccio, un problema da debellare. Indipendentemente da come si giudichino i nei sotto l’aspetto estetico, chi ne ha tanti da oggi avrà comunque una buona ragione per sorridere. Un team di ricercatori del King’s College London ha infatti scoperto che le macchioline scure sulla pelle sono indice di buona salute e aiutano a rimanere giovani.

    Ai fini dello studio, i ricercatori britannici hanno preso in esame un campione di oltre mille gemelle eterozigote (non identiche tra loro), con un’età compresa tra i 18 e 79 anni. Dal confronto delle esaminate, è emerso che le gemelle che avevano più di 100 nevi sparsi sul corpo avevano mediamente muscoli più tesi, ossa più forti, vista e udito più efficienti e complessivamente sembravo di almeno sette anni più giovani rispetto alle coetanee.

    Mediamente un individuo ha 30-40 nei su tutto il corpo, ma c’è qualcuno che ne ha più di cinquecento. “C’eravamo accorti da tempo che i pazienti con molti nei hanno un aspetto più giovanile – ha spiegato la dermatologa Veronique Bataille, coordinatrice dello studio - hanno meno rughe e meno macchie sulla pelle”. Questa constatazione ha spinto i ricercatori ad avviare una ricerca che desse valore scientifico alla tesi. Dopo i primi risultati positivi, gli studiosi sono andati a fondo alla questione: attraverso uno studio approfondito si è così scoperto che il DNA di soggetti che hanno tanti nei presenta telomeri (la zona terminale dei cromosomi) più lunghi rispetto alla media. Come vi dirà ogni esperto di genetica: più i telomeri sono lunghi, più è lento il processo di invecchiamento cellulare. E Bruno Vespa? E’ l’eccezione che conferma la regola!