Influenza A: uomo contagiato nelle Marche

da , il

    L’influenza suina colpisce ancora. Questa volta la vittima è un uomo di cinquantaquattro anni di Civitanova Marche in provincia di Macerata, che ha iniziato a manifestare i sintomi tipici dopo un viaggio in India. Il test ha confermato l’infezione da virus A/H1N1. Dopo il ricovero all’ospedale di Torrette di Ancona, l’uomo è stato trasferito -in condizioni piuttosto gravi- al San Gerardo di Monza, per essere sottoposto a terapie per l’ossigenazione extracorporea.

    Per Gianni Rezza, epidemiologo dell’Istituto Superiore di Sanità, il caso non deve destare allarmismi, perché il virus dell’influenza suina sta ancora circolando nel mondo. “Importare” l’infezione dall’estero, come è successo al 54enne lucano, può accadere, ma “la situazione di oggi è molto diversa da quella dello scorso anno – ha spiegato il dott. Rezza – questi sono casi molto sporadici, che raramente sfociano in sintomi gravi. Casi di questo tipo, ma anche “autoctoni”, possono avvenire anche d’estate, e questo vale anche per i virus stagionali”.

    Non c’è quindi nulla di cui preoccuparsi: l’uomo ha sviluppato complicanze anche perché era già affetto da diverse patologie gravi, tra le quali cardiopatia ipertensiva, grave obesità e diabete. Rezza suggerisce comunque di prevenire l’infezione con le precauzione da sempre consigliate per non incorrere nei normali virus influenzali: lavarsi le mani frequentemente ed evitare i luoghi di aggregazione. Per le categorie a rischio (bambini, anziani e malati) è caldamente consigliata la vaccinazione per la normale influenza stagionale e per il virus A/H1N1.

    Dolcetto o scherzetto?