Influenza A/H1N1: tra le vittime anche la trainer di Harry Potter

da , il

    virus influenza suina

    Sono 39 le vittime accertate in Gran Bretagna del virus dell’influenza suina A/H1N1. Tra queste c’è anche Caroline Lois Benoist (nella foto), divenuta celebre per aver addestrato gli animali che hanno popolato tutti i film di Harry Potter. La giovane animal trainer era appena tornata a casa dagli studios cinematografici. Il 17 dicembre scorso, quando hanno iniziato a manifestarsi i i primi sintomi dell’influenza, aveva scritto su Facebook “È bello essere di nuovo a casa, anche se mi sento come se stessi per morire!”.

    Dopo la morte dell’addestratrice dei film di Harry Potter, divenuta caso mediatico nel giro di poche ore, in Gran Bretagna è subito cresciuta la tensione per gli effetti che potrebbe provocare un’epidemia tra i più giovani. Le autorità sanitarie rinnovano l’appello per una vaccinazione a tappeto, che coinvolga anche i ragazzi rimasti fuori dalla campagna vaccinale dell’anno scorso.

    Il timore sale soprattutto perché Caroline Lois Benoist non aveva gravi affezioni o altri problemi che lasciassero presagire il tragico evento. “Era una ragazza in forma e non aveva problemi di salute” ha confermato il fidanzato Guillaume Grange, nel corso di un’intervista del Daily Mail. Ma per quanto possa apparire strano, 39 morti per influenza è un numero perfettamente in linea con quelli registrati in qualsiasi stagione epidemica. Forse il caso di Caroline Lois Benoist, che ha fatto il giro del mondo, sta generando uno stato di allarme eccessivo e ingiustificato. Un’opinione che coincide con quella di molti specialisti. Ognuno è comunque libero di “reagire” come meglio crede, tenendo conto che la vaccinazione è efficace nel 70-80% dei casi.