NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Influenza 2015/2016: come sarà, i sintomi, la prevenzione e le cure

Influenza 2015/2016: come sarà, i sintomi, la prevenzione e le cure
da in Influenza
Ultimo aggiornamento:

    url

    Influenza 2015/2016 alle porte, ma come sarà? Archiviata quasi ufficialmente la stagione estiva, anche se il meteo lascia ancora qualche spiraglio di speranza, è già tempo di fare i conti con l’influenza. Una fastidiosa nemica della salute e della qualità della vita che colpisce ogni anno migliaia di persone, costringendole a letto con naso gocciolante e starnuti frequenti. Ma cerchiamo di sapere qualcosa in più sulla nuova stagione influenzale, sui sintomi, la prevenzione e le cure più adatte.

    Difficile, se non addirittura impossibile fare previsioni certe su come sarà la nuova ondata influenzale della stagione 2015/2016. Quel che è certo che, se le stime sono in linea con i numeri dello scorso anno, non c’è tanto da stare tranquilli. Infatti, la diffusione del virus influenzale, nella scorsa stagione, ha subito un rapido incremento, con un incidenza medio alta e ben 485 casi gravi registrati nel Bel Paese.

    Anche in questo caso difficile stilare un elenco puntuale prevedendo davvero ciò che accadrà tra poche settimane. Più semplice, invece, ricordare i sintomi classici dell’influenza, che vanno da quelli tipici della malattie da raffreddamento, come mal di gola, tosse, raffreddore, lacrimazione abbondante, sensazione di naso chiuso, malessere generale, mal di testa e febbre, fino a quelli che colpiscono il sistema gastrointestinale, come mal di pancia, dissenteria, nausea e vomito.

    Se, come recita il solito vecchio detto, prevenire è sicuramente meglio che curare, anche l’influenza non fa eccezione. La prevenzione è mirata soprattutto a evitare accuratamente il contagio e la trasmissione del virus influenzale di turno.

    Come? Sicuramente attraverso alcune accortezze e norme igieniche fondamentali. Da curare con attenzione l’igiene delle mani, che vanno lavate spesso, preferibilmente utilizzando detergenti dall’azione disinfettante. Occhio anche alle secrezioni respiratorie, che tra goccioline di saliva e starnuti incontrollati rischiano di diffondere il virus velocemente: allo scopo basta coprire la bocca e il naso quando si starnutisce o tossisce. Un buon modo per contrastare la diffusione dell’influenza, poi, è l’isolamento delle persone colpite.

    Un po’ prevenzione un po’ cura, la vaccinazione anti influenzale è sicuramente l’arma più efficace contro l’influenza. La campagna vaccinale, secondo le direttive del Ministero della Salute italiano, partirà a metà ottobre e continuerà fino a fine dicembre. In particolare, la vaccinazione è offerta ad alcune categorie di persone considerate più a rischio: le donne al secondo o terzo trimestre di gravidanza; i soggetti over 65; i malati affetti da patologie croniche a rischio complicanze. In alternativa, se l’influenza colpisce, esistono i farmaci antivirali, che vanno somministrati entro 48 ore dalla comparsa dei primi sintomi per essere efficaci, e una serie di prodotti medicinali dall’azione sintomatica, come il paracetamolo per la febbre, per esempio.

    559

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Influenza
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI