Il vino rosso protegge davvero la salute del nostro cuore? Studio italiano lo conferma

da , il

    Vino rosso salute cuore

    Torniamo a parlare di vino rosso, e non perché siamo in tempo di vendemmia. Il nostro cuore, come abbiamo sentito affermare tante volte da tanti esperti, troverebbe giovamento proprio da un consumo moderato ma regolare di questo ottimo prodotto della nostra gastronomia. Il segreto che permetterebbe al vino rosso di proteggere le nostre arterie e la loro salute, risiederebbe nei polifenoli, e in particolare nell’azione del resveratrolo, un potente antiossidante. Stavolta, a confermare le virtù cardio-protettrici del nettare color rubino, che ultimamente qualche studio aveva tentato di mettere in dubbio, è una ricerca tutta italiana, condotta dagli scienziati del Dipartimento di Scienze Cliniche Luigi Sacco dell’Università di Milano.

    Pubblicata sulla rivista Food Research International e coordinata da Benvenuto Cestaro e Roberta Cazzola, questa ricerca dimostra come i polifenoli contenuti nelle varietà (italiane) di vino rosso esaminate, siano in grado di allontanare il rischio di sviluppare malattie dell’apparato cardiovascolare contrastando il processo di degradazione degli acidi grassi polinsaturi Omega 3 e Omega 6 nel nostro sangue. Peraltro, secondo i risultati di questo studio, il potere anti-ossidativo del vino rosso sarebbe superiore a quello della vitamina E.

    “Un corretto rapporto tra gli Omega-3 e gli Omega-6 nelle membrane delle nostre cellule è fondamentale per modulare la risposta infiammatoria. Bassi livelli di Omega-3 ed elevati livelli di Omega-6, invece, favoriscono l’infiammazione”. In soldoni, via libera al nostro vino rosso, ma in quali quantità? Gli studiosi italiani fissano le dosi ottimali in un bicchiere al giorno per le donne, e due per gli uomini, naturalmente a pasto. Che dire, ci fa sempre piacere poter dare notizie così!

    Dolcetto o scherzetto?