Il tumore al colon-retto si previene consumando frutta e verdura in quantità

da , il

    Frutta e verdura contro tumore colon

    Il tumore al colon-retto è il secondo più diffuso tra uomini e donne (dopo il cancro alla prostata per il primi e al seno per le seconde) e decisamente una delle prime cause di morte nel mondo industrializzato. Questo genere di neoplasia, però, è molto influenzato dal tipo di alimentazione seguita, poiché una dieta troppo ricca di carne (specialmente rossa), grassi animali e di zuccheri raffinati può innescare processi infiammatori del tessuto intestinale, che alla lunga possono dare origine e lesioni tumorali. Insomma, mai come per il cancro al colon vale il detto: prevenire è meglio che curare. Come? A tavola, naturalmente.

    Di recente vi avevamo segnalato i risultati di uno studio che consigliava un consumo regolare di cereali integrali per mantenere sano l’intestino, e ora ne arriva un altro sullo stesso genere. Stavolta il suggerimento è quello di consumare tanta frutta e verdura, e ci arriva dai ricercatori del Departmetn of Biomedical Science presso la Catholic University di Daegu (Sud Corea), coordinati dal prof. Jung Han Yoon Park.

    Frutta e verdura svolgerebbero un’azione protettiva anti-cancro grazie ad una specifica sostanza in essi contenuta, la luteolina, dotata di virtù antinfiammatorie e antiossidanti. Gli scienziati hanno scoperto che la luteolina è in grado di inibire la produzione di IGF-II, una sostanza legata proprio alla proliferazione delle cellule tumorali del colon.

    “Il nostro studio, che mostra come la luteolina interferisce con la segnalazione cellulare nelle cellule tumorali del colon, è un passo avanti nella comprensione di come funziona questo flavonoide – ha spiegato il dott. Park – Una comprensione più completa dei risultati in vivo è essenziale per determinare come questo si possa sviluppare in un efficace agente chemio-preventivo”.

    In pratica, non solo la luteolina contenuta in frutta e verdura è utile a mantenere sane le mucose intestinali, ma è anche in grado di agire per contrastare il processo di formazione tumorale quando sia in fase iniziale. Anche se saranno necessari ulteriori studi per confermare in modo inequivocabile le proprietà anti-cancro della luteolina, poiché già ben conosciamo i benefici di frutta e verdura, iniziare a consumarne un po’ di più (magari di stagione, prodotte a km zero) non potrà che farci stare meglio.

    Dolcetto o scherzetto?