Il fumo? Cinque volte più pericoloso per le donne che per gli uomini

da , il

    Donne fumo sigaretta

    Ma quanto male fa, il fumo alla salute delle donne? Uno studio italiano presentato nel corso del Congresso della Società Europea di Cardiologia (ESC), che si sta svolgendo a Parigi, dimostra come una sola sigaretta fumata da una donna, sia equivalente a ben 5 fumate da un uomo. In altri termini, i rischi per la salute provocati da tabacco e nicotina sono, per il genere femminile, quintuplicati rispetto al genere maschile. Insomma, siamo molto più delicate e vulnerabili agli effetti del fumo di sigaretta rispetto agli uomini, e dovremmo tenere adeguatamente in conto questo pericolo, che si accentua dopo la menopausa.

    Spiega la dott.ssa Elena Tremoli, del Dipartimento di Scienze Farmacologiche dell’Università di Milano e autrice della ricerca che: “Le donne sono naturalmente protette contro le malattie cardiovascolari, in particolare prima della menopausa. E questo porta ad avere meno attenzione nei confronti dei fattori di rischio per la salute femminile”.

    Grazie ad una indagine che ha coinvolto 1694 uomini e 1893 donne di cinque Paesi della UE – Finlandia, Italia, Svezia, Paesi Bassi, Francia – i ricercatori italiani sono arrivati alla conclusione che una sigaretta fumata da una donna ne vale 5 fumate dagli uomini, e questo per la particolare conformazione dell’organismo femminile, molto più vulnerabile, e quindi, alla lunga, più a rischio di sviluppare malattie cardiovascolari e tumori collegati proprio con il vizio del fumo.

    Una volta che l’effetto protettivo degli estrogeni sia scemato, e questo accade appunto con l’ingresso in menopausa, il danno del tabacco diventa veramente irreparabile. L’unica soluzione, stanti così le cose, è la prevenzione.

    Agire subito, con campagne di sensibilizzazione che puntino soprattutto a convincere le nuove generazioni, in particolare le ragazze, in modo da indurre sempre più persone a smettere subito di fumare, o a non cominciare affatto, che sarebbe il meglio. Pensate che nella sola Italia, le fumatrici sono 5,2 milioni, e la cifra non sembra destinata a diminuire. Meditiamoci su.