Il contagio dell’hiv è favorito da una proteina

da , il

    proteina contagio hiv

    Il virus dell’Hiv si lega alle cellule sane dell’organismo, grazie all’azione di una proteina, un particolare recettore, individuato e studiato da un team internazionale di ricercatori afferenti all’ Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma e all’Istituto Gustave Roussy di Parigi. Lo studio che presto sarà pubblicato sul Journal of Experimental Medicine, ha individuato anche il modo di bloccare l’attività di questa proteina e dunque di inibire lo sviluppo dell’infezione.

    Un ulteriore passo avanti verso la speranza di un vaccino per l’hiv o una cura definitiva all’aids, che necessiterà di altri approfondimenti, test di laboratorio su cavie animali ed infine la sperimentazione sull’uomo. A trent’anni dalla prima diagnosi di aids (Giugno 1981) solo una persona al mondo sembra essere guarita definitivamente dal virus dell’Hiv e dunque dal rischio di sviluppare l’aids (sindrome da immunodeficienza acquisita). Si tratta di Timothy Ray Brown , che è stato trattato con una terapia sperimentale basata sul trapianto di midollo.

    Nel frattempo il nostro consiglio è quello di una sessualità responsabile: donne, e non solo, usate il preservativo!