Il caldo mette a rischio gli anziani, ecco perché

da , il

    anziani rischio caldo

    Il caldo afoso di questi giorni mette particolarmente a rischio le persone anziane. Questo accade perché il sistema di termoregolazione, fisiologico, che attraverso la sudorazione mantiene adeguata la temperatura del corpo senza provocare danni agli organi interni, dopo i 65-75 anni non funziona più alla perfezione (nei bambini invece non è ancora adeguatamente sviluppato). Ma la causa principale del rischio, come si legge in un opuscolo del Ministero della Salute al riguardo, va cercata nella presenza di varie malattie croniche che già indeboliscono l’organismo, oltre che all’utilizzo dei farmaci per tenere queste sotto controllo.

    I principi attivi di molti medicinali infatti, interagiscono con le alte temperature, aumentando gli effetti. E’ il caso ad esempio dei medicinali per l’ipertensione, ma anche di altri per le malattie cardiache. Cosa ancora peggiore è che altri farmaci, con il caldo possono addirittura indurre o favorire il colpo di calore: è il caso di quei prodotti che possono alterare l’idratazione, come i diuretici o gli antibiotici, ma anche i fans, gli antiepilettici, i medicinali contro il Parkinson, i betabloccanti, la tiroxina e tutti gli antiipertensivi o antianginosi. Mai però sospendere tali terapie: parlare col medico al primo malessere è l’unica cosa da fare!