Il 10 ottobre è l’Obesity Day: le iniziative in tutta Italia

La campagna 2016 per la lotta all'obesità è incentrata principalmente su due temi: attività fisica e stile di vita mediterraneo

da , il

    Il 10 ottobre è l’Obesity Day: le iniziative in tutta Italia

    Lunedì 10 ottobre tutti sulla bilancia perchè torna l’Obesity Day, una giornata dedicata a chi sta lottando contro i chili di troppo, grazie all’aiuto degli specialisti dell’Associazione italiana di Dietetica e Nutrizione clinica. Molti gli eventi gratuiti sul tema dell’obesità in programma nei centri di dietologia ADI di tutta Italia.

    Il motto della 16ma edizione dell’Obesity Day è chiaro: “Camminare è salute“. La campagna volta ad informare e a sensibilizzare le persone sul tema dell’obesità e del sovrappeso che ogni anno si tiene il 10 ottobre vede un fitto calendario da Nord a Sud del Paese. A Piacenza per esempio si passeggerà in compagnia per 4 km alla scoperta del centro storico, a Pesaro si discuterà sulla giusta nutrizione dei bambini tra famiglia e scuola, camminata di gruppo anche a Varese con un focus sull’alimentazione nell’attività sportiva, mentre Ascoli Piceno spiegherà l’importanza della frutta e della verdura nella dieta quotidiana.

    Gli specialisti ADI accoglieranno chi è interessato ad avere consigli, e si muoveranno per individuare un percorso terapeutico ad hoc per ogni persona che lo richiederà, attraverso l’invito ad uno stile di vita mediterraneo e ad una attività fisica costante che può essere attuata semplicemente con una passeggiata veloce 3 volte alla settimana

    per almeno 45 minuti.

    Da qui la nascita di una nuova Piramide Alimentare Mediterranea, dove l’alimentazione non è più sinonimo di dieta, ma di corretto stile di vita, grazie anche all’integrazione di concetti come movimento, stagionalità, biodiversità e convivialità.

    Al riguardo, Giuseppe Fatati, ossia il Presidente della Fondazione ADI ha spiegato: “Basta con le diete fatte da privazioni: è sostanzialmente inutile, se non controproducente mettere all’indice una determinata categoria di prodotti alimentari. Non esistono, infatti, cibi buoni o cattivi, ma solo diete equilibrate e non. E’ bene quindi riportare l’attenzione sui concetti di moderazione, equilibrio e attività fisica. Le industrie stanno facendo molto per migliorare le caratteristiche nutrizionali dei prodotti così come stanno lavorando a confezioni in monoporzione che possono aiutare a regolarsi sulla giusta quantità”.

    E si discuterà anche su un argomento di cui in questi ultimi tempi si fa un gran parlare, ossia sul “panino in classe” al posto di una sana alimentazione studiata da esperti nutrizionisti che propongono ai giovani studenti un menù bilanciato che aiuta a prevenire e a contrastare l’insorgere dell’obesità e del sovrappeso in età infantile.

    Dolcetto o scherzetto?