I semi di lino nella dieta per contrastare gli effetti collaterali della radioterapia

da , il

    semi di lino radioterapia

    Torniamo a parlarvi anche oggi dei benefici dei semi di lino e lo facciamo raccontandovi di una nuova ricerca scientifica che viene dall’Università della Pennsylvania, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cancer. Gli studiosi in particolare hanno rilevato come assumere con regolarità semi di lino nella dieta quotidiana possa essere utile per ridurre gli effetti collaterali della radioterapia utilizzata per curare alcune forme di tumore.

    Per arrivare a questo risultato i ricercatori hanno condotto esperimenti su topini di laboratorio, integrando la loro dieta con il 10% di semi di lino: tre settimane prima della radioterapia, due, quattro e sei settimane dopo l’irradiazione al torace. Un secondo gruppo di riferimento invece, trattato con le stesse quantità di radiazioni è stato sottoposto ad una dieta priva di semi di lino. A quattro mesi di distanza, l’88% dei topi del primo gruppo era sopravvissuto contro il 40% degli altri. Questo perché i semi di lino avrebbero alleviato i sintomi della polmonite attinica, aumentato i livelli di ossigeno nel sangue e ridotto l’infiammazione e la fibrosi ai polmoni.