I rischi per la salute con estetisti abusivi

da , il

    estetiste-abusive-salute-rischio

    Chi lavora nel campo dell’estetica deve essere qualificato, necessariamente. A rischio, le persone che si sottopongono alle cure di non professionisti. Un manifesto emblematico, quello del CNA di Fano diffuso nei giorni scorsi con lo scopo di informare sui rischi dell’abusivismo anche in questo campo. Non solo il falso chirurgo plastico, ma anche la finta estetista può provocare danni: cicatrici, lesioni, allergie, ecc, come si evince dal volto fasciato. I dati raccolti dal CNA (Confederazione Nazionale Artigianato) parlano chiaro: si tocca anche il 50%.

    E non è solo una questione di evasione fiscale, ma anche e soprattutto di salute pubblica. Spiega Luciana Nataloni responsabile CNA Benessere e Sanità: “chi si rivolge ad estetiste irregolari può subire danni, anche permanenti e irreparabili. Pensiamo alle dermatiti e ad altre malattie della pelle (micosi, funghi, allergie, macchie cutanee), sono spesso all’origine di queste frequentazioni. Così come molti utenti degli irregolari non sanno che queste patologie sono causate da epilazioni non corrette; prodotti non testati e, a volte, scaduti. Anche l’Epatite C e l’Aids possono essere trasmessi con strumenti per manicure e pedicure non adeguatamente sterilizzati. Così come traumi muscolari o danni ai capillari possono essere causati da massaggi non professionali”.