I lavori in open space sono dannosi per la salute

da , il

    Lavorare negli uffici open space ha i suoi vantaggi ma di certo ha anche tanti lati negativi come ad esempio il non avere mai privacy, la presenza costante di altra gente intorno, le varie influenze, febbre, tosse e raffreddore e poi lo stress che secondo le ultime ricerche aumenta a dismisura negli uffici open space. Gli uffici open space sono quelle stanze enormi in cui si susseguono scrivanie e pc, in cui moltissime persone si ritrovano a lavorare spesso svolgendo mansioni diverse.

    Negli uffici open space il problema della privacy è abbastanza fastidioso, ci sono delle giornate in cui si vuole stare in pace, rintanarsi nel proprio ufficio e fare il proprio lavoro senza interferenze, sguardi, occhiatacce e rumorini vari.

    L’ufficio open space ha il pregio, per il datore di lavoro, che costa molto meno rispetto a tanti uffici singoli, soprattutto se si hanno tanti dipendenti, inoltre si ha sempre tutto sotto controllo con un’occhiata. Per i lavoratori i vantaggi sono che si è sempre in compagnia e tra un sorriso e un salutino da lontano la giornata passa molto più in fretta.

    Negli uffici open space una cosa che è avvertita da molti lavoratori è la sindrome da “galline in batteria” che può provocare molto stress nelle persone fino a renderle meno produttive di un buon 20%, la maggior parte delle persone lamentano che la temperatura dell’ambiente non è di loro gradimento ed il rumore continuo e costante come i ticchettii sulle tastiere.

    Voi che ne pensate? Siete d’accordo?

    Foto da:

    img.archiexpo.it www.istockphoto.com www.westeustonpartnership.co.uk www.innovel.net space-modulator.jp www.gechengip.com