I germogli che abbassano il colesterolo e puliscono le arterie

da , il

    Germogli colesterolo

    Non è un buon momento per la vasta famiglia dei germogli, accusati, (almeno quelli di legumi prodotti in un’azienda biologica tedesca) di essere stati la fonte prima dell’epidemia da batterio killer che ancora sta spargendo i suoi letali semi in Germania e altri Paesi della UE. Sapete, è un peccato se a causa di questa psicosi, dovessimo eliminare, o mai inserire, nella nostra dieta, questi alimenti ricchissimi di sostanze preziose per la nostra salute. I germogli altro non sono che il primissimo prodotto della germinazione di un seme interrato, oppure le foglioline e i ramoscelli che si formano dalla gemma di una pianta.

    In pratica sono “l’uovo” prodotto dalla coltivazione (verdura, creale o legume), che possiamo scegliere di raccogliere subito prima che si sviluppi la pianta. Possiede tutte le sostanze nutritive che svilupperebbe il vegetale adulto, ma in concentrazioni superiori e, in più, scisse nelle componenti più semplici, quindi più digeribili e facilmente assimilabili dall’organismo, come carboidrati, vitamine e sali minerali. Come si comprende, una miniera di virtù, che non dovrebbe mancare nei nostri piatti.

    Tra i tanti benefici che potremmo ottenere consumando germogli, ve n’è uno che sicuramente interesserà molti di voi: abbassare il colesterolo. Ebbene sì, contengono tanti Omega 3, che come sapete, sono proprio quegli acidi grassi in grado di ripulire le nostre arterie dall’accumulo di grassi nocivi. Non tutti i germogli sono adatti a questo scopo, ma noi vi segnaliamo proprio quelli che contengono la maggior quantità di Omega3:
    • Germogli di semi di lino
    • Germogli di semi di colza
    • Germogli di ravanello
    • Germogli di crescione
    • Germogli di trifoglio

    Li potrete trovare facilmente nei negozi bio e macrobiotici già pronti per essere mangiati crudi in insalata o, eventualmente, scottati al vapore. Se preferite e avete il pollice verde, potrete acquistare i semi direttamente da un rivenditore di granaglie e farli germogliare a casa. In ogni modo, un vero toccasana (batterio permettendo… ).

    Dolcetto o scherzetto?