NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

I consigli per ingrassare se si è sottopeso

I consigli per ingrassare se si è sottopeso

Molti combattono la battaglia con l'eccesso di peso per risolvere le proprie malattie, ma anche essere sottopeso può causare problemi di salute

da in Alimentazione, Dieta
Ultimo aggiornamento:
    I consigli per ingrassare se si è sottopeso

    Dopo aver sentito tanto parlare di diete dimagranti, ecco i consigli per ingrassare se si è sottopeso. Si, perchè l’essere sottopeso è un problema sottovalutato, che può però causare problemi di salute. Basti pensare che non assumendo una quantità sufficiente di calorie, l’organismo non si riesce a nutrire con conseguenze quali
    inibizione della crescita e dello sviluppo, ossa fragili e osteoporosi, indebolimento del sistema immunitario, anemia, problemi di fertilità. L’essere sottopeso può anche avere ripercussioni sul lato estetico con la caduta dei capelli, la secchezza e l’assottigliamento della pelle e con i problemi dentali.

    Così come essere in sovrappeso, anche essere sottopeso può portare diversi problemi riguardanti la salute per via della privazione delle calorie e dei nutrimenti essenziali per avere un corpo sano. Il cibo è infatti necessario alla vita, perchè esso da’ forza ed energia ai nostri organi, e la quantità che mangiamo deve essere adeguata ai bisogni della persona. Se ne introduciamo troppo, si arriverà ad essere in sovrappeso o obesi. Se ne introduciamo troppo poco, il corpo brucerà tutte le sostanze disponibili inclusi i muscoli e gli organi interni, per poi fermarsi.

    La prima domanda che dobbiamo porci è se siamo o non siamo sottopeso. Per capirlo possiamo utilizzare uno strumento che calcola il nostro indice di massa corporea (IMC o BMI, dall’inglese body mass index) che si basa sul rapporto tra peso e altezza di un soggetto, e viene utilizzato come un indicatore dello stato di peso forma del paziente.

    IMC = Massa / Altezza in metro al quadrato

    I valori soglia di IMC consigliati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per definire la condizione di sottopeso, normopeso, sovrappeso e obesità dell’adulto sono:

    - IMC inferiore a 18,5 = sottopeso
    - IMC compreso tra 18,5 e 24,9 = normopeso
    - IMC compreso tra 25 e 29,9 = sovrappeso
    - IMC compreso tra 30 e 34,9 = 1° grado di obesità
    - IMC compreso tra 35 e 39,9 = 2° grado di obesità
    - IMC maggiore di 40 = 3° grado di obesità

    Facciamo quindi un esempio: una persona alta 1 metro e 70 cm che pesa 62 kg:
    IMC = 62 / (1,7) al quadrato quindi 62 / 2,89 = 21,45
    essendo l’indice di massa corporea di 21,45, ha un valore compreso tra 18,5 e 24,9, il che significa che è normopeso.

    Stabilito che si è sottopeso, è necessario mettere in atto un programma atto a favorire l’aumento di peso con un approccio equilibrato e un’alimentazione sana e corretta. Perchè aggiungere cibo spazzatura nella dieta può far prendere peso, ma non risolve il problema delle carenze nutrizionali associate al sottopeso, e in più può danneggiare il corpo. Per aumentare di peso se si è sottopeso in modo salutare, è possibile provare a seguire i seguenti consigli:

    • Cominciare con una piccolissima variazione della dieta per aumentare l’apporto calorico di ogni pasto aggiungendo alimenti come frutta secca a guscio e semi oleosi come per esempio quelli di lino, di zucca o di sesami.
    • Dopo qualche giorno cominciare gradualmente, giorno per giorno, a dare spazio ad alimenti ricchi di nutrienti come: il latte e i latticini in genere, il pesce, il pollo senza pelle e le uova.
    • Aumentare gradualmente anche il consumo di carboidrati con: frutta come uva, banane, avocado, ananas, mango e papaia, e verdura come patate, spinaci, cavolfiori e pomodori. Prevedere una porzione di riso o di pasta di grano integrale ogni giorno.
    • Evitare cibi con grassi saturi preferendo quelli ricchi di grassi sani come: il latte scremato, il pesce, semi e frutta secca, e l’olio d’oliva a crudo.
    • Aumentare la frequenza dei pasti, passando sai tradizionali 3 a 6, aggiungendo alla prima colazione, pranzo e cena anche 3 spuntini. Fra ogni pasto ci dovrà essere un intervallo di tempo di 2,5/3 ore, e per comodità questi 3 pasti extra possono essere costituiti da barrette energetiche.
    • Abbandonare l’abitudine di utilizzare metodi di cottura malsani perchè causano la perdita di vitamine, sali minerali, antiossidanti e altri preziosi nutrienti, preferendo cotture sane come la cottura al forno, la brasatura, la cucina alla griglia e la cottura a vapore.
    • Cominciare un programma di fitness quotidiano: jogging o bicicletta che sia, avranno il potere di stimolare l’appetito e di costruire la massa muscolare.
    • Utilizzare integratori alimentari e ricostituenti che aiutano ad aumentare il peso corporeo.

    Da ricordare: la chiave per mantenere un corpo sano è un giusto equilibrio fra ciò che si introduce nel corpo, e ciò che si consuma.

    871

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneDieta
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI