I bambini diventano sempre più grandi, e gli antibiotici si adeguano…

da , il

    Antibiotici bambini dosi

    I bambini diventano sempre più grandi, e gli antibiotici, o meglio, le dosi dei medicinali antibiotici a base di penicillina aumentano, o dovrebbero aumentare con loro… Secondo quanto rilevato da uno studio condotto dai ricercatori del King’s College di Londra (GB), infatti, i piccoli in età pediatrica, rispetto ai coetanei degli anni Sessanta, sono molto più robusti, e per questo motivo le dosi di farmaco necessarie per fare effetto contro le infezioni dovrebbero essere riviste secondo i nuovi parametri. Nelle ricerca pubblicata sulla rivista British Medical Journal, rispetto al 1963, i bimbi di 5 anni di oggi pesano mediamente il 20% in più, ovvero, in cifre, i piccoli di 5 anni raggiungono i 21 kg, mentre quelli di 10 i 37.

    Poiché la quantità di antibiotico da somministrare, anche per gli adulti, si decide in base alla corporatura e al peso, lo stesso discorso andrebbe fatto per i bambini. “Le dosi di cinquant’anni fa potrebbero non essere sufficienti, oggi – spiega il dott. Pail Long, uno degli autori dello studio britannico – La taglia dei bambini sta lentamente, ma significativamente, cambiando”. In generale, va segnalato che si sta cercando di parametrare principi attivi e dosi dei farmaci diversificando per età e per genere.

    Sappiamo ormai, infatti, che le medicine agiscono in modo differente sull’organismo umano a seconda che la cura sia destinata ad un individuo adulto, o ancora in crescita, sia che si tratti di una donna anziché di un uomo. Andiamo, perciò, verso una farmacologia sempre più calibrata sul singolo caso, come, del resto, mi sembra anche corretto, dato che gli essere umani sono tutti diversi, e anche la loro risposta alle cure rispetta queste differenze individuali.

    Dolcetto o scherzetto?